L’FBI condivide le informazioni sullo sblocco con il Senato al fine di creare una legge che penalizzi Apple

Una settimana fa l’FBI ha dichiarato di aver sbloccato l’iPhone 5C utilizzato dal terrorista della strage di San Bernardino senza l’aiuto di Apple. I federali non hanno voluto divulgare il metodo utilizzato per lo sblocco e non è chiaro se lo faranno mai.

apple privacy

Tuttavia, il National Journal, oggi ha divulgato notizie importanti. A quanto pare, l’FBI ha già svelato il metodo utilizzato per lo sblocco a diversi membri del Senato come Diane Feinstein e Richard Burr, entrambi a lavoro su un nuovo disegno di legge volto a limitare le aziende tecnologiche come Apple ad utilizzare una crittografia troppo forte sui dispositivi.

Il Senato infatti, vuole penalizzare le aziende che si rifiutano di decriptare gli smartphone degli utenti coinvolti in casi molto gravi come omicidi o atti terroristici.

Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: