Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

L’iOS 4.1 introduce l’HDR sulle foto: Vediamo in cosa consiste questa tecnologia e come migliorano le foto scattate da iPhone! [AGGIORNATO]
Notizie

L’iOS 4.1 introduce l’HDR sulle foto: Vediamo in cosa consiste questa tecnologia e come migliorano le foto scattate da iPhone! [AGGIORNATO] 

Con il nuovo iOS 4.1 Apple ha introdotto una bella novità chiamata High Dynamic Range (HDR) che ancora una volta dimostra il fatto che non basta una fotocamera da molti megapixel per avere foto di ottima qualità ma che anche il software gioca un ruolo fondamentale in qeusta partita. Andiamo quindi a vedere dettagliatamente il funzionamento di questa tecnologia e gli effettivi miglioramenti che comporta sulle immagini.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

L’idea dietro l’HDR è quella di catturare le foto in maniera analoga a quello che fanno continuamente i nostri occhi. E’ una tecnica che viene utilizzata nella grafica computerizzata e nella Fotografia per effettuare decine di calcoli sull’illuminazione in uno spazio ad alto raggio (high range appunto).

Esaminando un raggio molto più ampio del precedente, si riescono ad ottenere diversi dati sulla luminosità degli oggetti che andranno ad essere immortalati nella foto ed in questo modo i colori e gli effetti di luce andranno a colpire i vari punti in maniera differente ottenendo risultati migliori e più vicini alla realtà.

L’HDR dà la possibilità di immortalare una scena avendo poi il totale controllo sull’immagine finale; ad esempio è possibile esporre nuovamente la foto, correggendo o perfezionando il risultato finale. Questo darà vita anche ad una serie di applicazioni in AppStore che permetteranno di correggere le foto direttamente sul dispositivo per risultati ancora migliori.

In definitiva da uno scatto riusciamo ad ottenere colori più brillanti e simili alla realtà per rendere il tutto quanto più naturale possibile.

Abbiamo effettuato un test anche noi ed ecco il risultato, al buio (grazie @crasholo):

Via | Gizmodo

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.