Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

iPhone 8: tutto quello che sappiamo sul prossimo smartphone Apple
iPhone 8

iPhone 8: tutto quello che sappiamo sul prossimo smartphone Apple 

L’iPhone 8 è senza dubbio uno degli smartphone più attesi di questo 2017. Negli scorsi mesi vi abbiamo segnalato numerosi rumors riguardo a questo rivoluzionario dispositivo. Oggi vogliamo ricapitolare le principali caratteristiche vociferate, cercando di creare un’immagine chiara di quello che sarà l’iPhone 8.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Tutte le seguenti caratteristiche, funzioni e specifiche vengono da fonti più o meno affidabili. Chiaramente finché non sarà Apple stessa a presentare il dispositivo finale, non avremo nessuna certezza sulle caratteristiche elencate. L’azienda di Cupertino, presenterà i prossimi smartphone Apple il 12 settembre tramite un evento dedicato. Manca ormai poco, ma se non potete più fare a meno di scoprire le novità, proseguite pure con la lettura di questo articolo.

Non uno, nè due, ma tre modelli di iPhone

Quest’anno ci aspettano ben tre modelli di iPhone. In particolare Apple dovrebbe presentare due iPhone 7s ed un innovativo modello che chiameremo “iPhone 8”. Il nome di quest’ultimo non è infatti ancora stato confermato. Sappiamo però, che si tratta di un modello creato appositamente per il decimo anniversario del melafonino. Apple potrebbe quindi chiamarlo anche iPhone X, iPhone 10, iPhone Anniversary, iPhone Edition o in qualsiasi altro modo. L’iPhone 8 sarà il modello da tenere d’occhio, in quanto avrà numerose novità, che andremo ad elencare in seguito.

Per quanto riguarda invece i modelli iPhone 7s, saranno come di consueto due semplici rivisitazioni degli attuali iPhone 7. Il design rimarrà infatti pressoché lo stesso, come anche le dimensioni dello schermo. E’ previsto quindi un iPhone 7s da 4,7” ed un iPhone 7s Plus da 5,5”. Sotto la scocca però ci aspettiamo diverse novità, come il processore Apple A11, qualche GB di memoria RAM aggiuntiva, nuove fotocamere e forse qualche altra sorpresa ancora inedita.

Le colorazioni disponibili, sempre secondo altri rumors, saranno solamente tre. Oltre alle classiche colorazioni nero e bianco ci sarà anche una nuova color oro-rame. Per quanto riguarda invece i tagli di memoria, Apple potrebbe lanciare, come di consueto, tre diversi modelli. Si partirà con un modello base da 64 GB per arrivare a 512 GB come su iPad Pro, passando per i 256 GB intermedi.

I prezzi di questi nuovi smartphone non sono stati ancora rivelati. Il prezzo base dell’iPhone 8 potrebbe aggirarsi intorno ai 900$ e arrivare anche fino a 1000$. Per i modelli iPhone 7s invece ci aspettiamo dei prezzi in linea con quelli degli attuali iPhone 7.

iPhone 8 render 1

Lo schermo OLED per la prima volta su iPhone

L’iPhone 8 avrà uno schermo OLED da 5,8”. Le dimensioni complessive dello smartphone saranno una via di mezzo tra quelle dell’iPhone 7 e quelle dell’iPhone 7 Plus. Lo schermo ricoprirà infatti quasi tutta la parte frontale del display, eccetto una piccola area dedicata alla fotocamera frontale, sensori di prossimità, luminosità e lo speaker audio. Grazie alle informazioni trovate all’interno del firmware dell’HomePod, abbiamo scoperto il design frontale dell’iPhone 8. Come detto in precedenza, il display ricoprirà gran parte della superficie frontale, mentre in alto ci sarà un trapezio che includerà le fotocamere e i sensori di riconoscimento facciale, di prossimità e luminosità.

Il vantaggio nell’utilizzo degli schermi OLED è molteplice. Questi pannelli offrono indubbiamente una qualità visiva maggiore, grazie a dei colori più nitidi e dei neri più profondi. Allo stesso tempo il display OLED consuma molta meno energia rispetto ad un classico pannello LCD. Questo si tradurrà probabilmente in un’autonomia maggiore per i prossimi iPhone 8, grazie anche ad altri miglioramenti su questo fronte, dei quali parleremo in seguito.

Per quanto riguarda la risoluzione, non abbiamo ancora informazioni certe a riguardo. C’è chi sostiene l’arrivo della nuova griglia da 1440p, altri invece pensano che verrà mantenuta la risoluzione 1080p (Full HD).

E’ quasi certa anche la presenza della tecnologia True Tone Display, già vista sugli iPad Pro. Grazie ad essa, i colori del display si adattano alla luce circostante, in modo da non affaticare la nostra vista.

iphone 8

Tasto Home integrato nel display. Ma il Touch ID?

Come potete vedere dalle numerose immagini presenti nell’articolo, l’iPhone 8 non avrà lo spazio per il tasto Home. Il famoso tasto, presente sin dal primo iPhone, verrà probabilmente integrato nel display del dispositivo. La sua pressione verrà simulata con un Taptic Engine, proprio come accade con il tasto Home virtuale di iPhone 7 e iPhone 7 Plus. Se questa informazione è praticamente data per certa, non lo è affatto quella sul posizionamento del Touch ID.

Il sensore delle impronte digitali, attualmente integrato nel tasto Home, non ha ancora una collocazione certa nel prossimo iPhone 8. Le possibili scelte sono:

  • integrarlo nel display
  • rimuoverlo e sostituirlo da un altro sensore di riconoscimento
  • implementarlo in una nuova posizione

Se la prima è senza dubbio la più affascinante, rimane purtroppo anche la più improbabile. Secondo le ultime notizie di KGI, la tecnologia per la sua implementazione nel display è ancora piuttosto inefficiente. Per quanto riguarda la seconda opzione, Apple potrebbe sostituire il Touch ID con il riconoscimento facciale, proprio come vi abbiamo anticipato in questo articolo. Infine, Apple potrebbe decidere di implementare il sensore di impronte digitali in un altra posizione. Dagli ultimi mockup apparsi in rete è stata praticamente esclusa la possibilità di vederlo sulla scocca posteriore. Sempre dagli schemi di produzione dell’iPhone 8 si è scoperta anche un interessante novità riguardo il tasto Sleep/Wake. Questo sarebbe stato ingrandito, forse per permettere l’implementazione del Touch ID proprio in questa nuova posizione.

Tra le scelte più probabili a pochi giorni di distanza dalla presentazione c’è sicuramente la presenza del nuovo Face ID. Apple avrebbe infatti integrato nella parte frontale del display un nuovo sensore di riconoscimento facciale, molto più avanzato di quelli della concorrenza. Grazie ad esso lo smartphone può essere sbloccato anche se non siamo perfettamente rivolti verso tale sensore e funziona anche in condizioni di scarsa luminosità.

Ricarica wireless e materiali

L’iPhone 8 potrebbe essere il primo smartphone Apple con la ricarica wireless. Sarà quindi possibile ricaricare il nostro dispositivo, semplicemente appoggiandolo ad un’apposita base. Non sappiamo ancora se questo tipo di ricarica sostituirà completamente quella tradizionale via cavo, anche se le probabilità restano scarse. Apple potrebbe infatti decidere di vendere l’apposita base per la ricarica wireless a parte, permettendo agli utenti di ricaricare il dispositivo con il consueto cavo Lightning.

La presenza della ricarica wireless implicherà sicuramente la rimozione del metallo dalla scocca posteriore del dispositivo. Apple dovrà quindi eliminare quasi del tutto l’alluminio serie 7000 dal suo prossimo dispositivo, sostituendolo con il vetro. Il design dell’iPhone 8 sarà quindi, qualora fosse presente, influenzato da questa caratteristica. Il risultato finale sarà probabilmente molto simile ai Galaxy S8.

Sarà sicuramente l’iPhone “più potente di sempre”

Sotto la scocca ci saranno indubbiamente numerosi componenti hardware. Il processore sarà sicuramente il nuovo Apple A11, realizzato da TSMC con una nuova tecnica costruttiva. Questa CPU potrebbe essere addirittura più potente di quella vista nei recenti iPad Pro, offrendo delle prestazioni mai viste su uno smartphone. Ricordiamo infatti che l’attuale chip A10 è addirittura superiore al più recente chip del Galaxy Note 8 di Samsung. La quantità di RAM potrebbe raggiungere addirittura 4 GB, 1 GB in più rispetto all’attuale iPhone 7 Plus. Questo permetterà di raggiungere prestazioni superiori, riducendo anche i consumi del dispositivo. Combinando queste caratteristiche con una batteria migliorata ed il pannello OLED discusso in precedenza, il prossimo smartphone Apple potrebbe avere un’autonomia decisamente migliore.

Il nuovo iPhone 8 avrà anche la certificazione IP68 per l’impermeabilità e la resistenza alla polvere. Questa permetterà al dispositivo di essere immerso fino a 3 metri di profondità nell’acqua, senza subire danni.

Fotocamere pronte per ARKit

L’iPhone 8 avrà sicuramente una doppia fotocamera posteriore. Come l’iPhone 7 Plus, questo dispositivo sarà in grado di scattare degli ottimi ritratti, grazie all’apposita modalità nell’applicazione Fotocamera. Inoltre, Apple potrebbe perfezionare ulteriormente il “riconoscimento” della profondità di campo. In questo modo, anche le applicazioni che utilizzano ARKit potrebbero funzionare meglio su iPhone 8. La profondità di campo è infatti fondamentale nell’utilizzo della realtà aumentata. L’inserimento di nuovi sensori 3D è quindi piuttosto scontato, ma bisognerà ancora vedere quale impatto avranno sulla fotocamera e sulle funzionalità legate ad ARKit.

Oltre a questo miglioramento, Apple potrebbe ingrandire ulteriormente i sensori delle due fotocamere ed in generale, aumentarne la qualità. Questo accade ormai ogni anni, sin dal lancio del primo iPhone. I mega pixel del sensore posteriore però rimarranno sempre gli stessi. Apple infatti ha recentemente ordinato dei nuovi sensori da 16 o più MP, che però saranno implementati appena l’anno prossimo.

Presentazione e lancio sul mercato

Apple presenterà i nuovi smartphone, insieme ad Apple Watch Series 3 e Apple TV 4K, il prossimo 12 settembre. Per seguire l’evento nel migliore dei modi, vi invitiamo a leggere questo nostro articolo dedicato. Secondo gli ultimi rumors, i nuovi iPhone 7s e iPhone 8 saranno disponibili per il preordine a partire da 15 settembre, per poi essere lanciati sul mercato a partire dal 22.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.