Iliad chiede ed ottiene la sospensione dello spot di Vodafone con Baby K: è pubblicità ingannevole

30/07/2018

L’arrivo di Iliad in Italia ha cambiato radicalmente le carte in tavola, costringendo gli altri operatori ad adeguarsi. Ma se inizialmente sono stati colossi come TIM e Vodafone ad andare contro il nuovo arrivato con esposti per la poca chiarezza sui costi dell’offerta (al tempo l’unica disponibile era quella a 5,99€), ora quest’ultimo è passato al contrattacco. L’operatore ha infatti chiesto ed ottenuto la sospensione dello spot Vodafone con Baby K. Il motivo? Pubblicità ingannevole.

Lo spot Vodafone Unlimited per questa estate ha avuto una certa risonanza, anche per la collaborazione con la cantante Baby K. Ma qualcosa è andato storto, e tutto nasce dallo slogan: “Nasce Vodafone Unlimited – Giga Illimitati sulla app che ami di più: social unilimited, chat unlimited, mappe unlimited, musica unlimited. Un’estate senza limiti sulle rete senza limiti“.

Il punto della questione è proprio la dicitura “Unlimited“. Le limitazioni nell’offerta di Vodafone infatti non mancano: pensate a quelle sul traffico VoIP di chiamate e videochiamate oppure alla poca chiarezza sui costi di attivazione. L’esposto è stato fatto da Iliad e Fastweb, e in data 24 Luglio 2018 è stato riconosciuto dall’Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, che ha decretato la sospensione dello spot.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

L’arrivo di Iliad in Italia ha cambiato radicalmente le carte in tavola, costringendo gli altri operatori ad adeguarsi. Ma se…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
94112
Se questo articolo ti è piaciuto, seguici su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter e su Instagram, pronti a sorprenderti con belle foto. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:
Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.