iFixit, con la solita velocità che li contraddistingue, hanno già smontato l’iPhone XR in maniera tale da fornirci ulteriori informazioni che non appaiono direttamente sulla scheda tecnica.

Smontando l’iPhone XR azzurro, iFix ha notato che anche le viti interne sono dello stesso colore dello smartphone. Questa si che è cura per i dettagli.

In questo smartphone troviamo per la prima volta un nuovo slot modulare per la SIM che risulta anche posizionato leggermente più in basso rispetto agli altri modelli. La nuova struttura permette una sostituzione più rapida e riduce i costi qualora dovessimo aver bisogno di sostituire la scheda logica sulla quale prima era ancorato il pezzo.

La batteria torna ad verticale e a singola cella, come gli iPhone 8 e precedenti, quindi non abbiamo la forma ad L. La batteria è da 2942 mAh, maggiore di quella da 2658 mAh dell’iPhone XS e minore rispetto a quella da 3.174 mAh dell’iPhone XS Max. Questo bisognava aspettarselo viste le dimensioni del dispositivo.

Secondo i primi test, la batteria ha una durata maggiore rispetto all’iPhone XS Max e questo potrebbe essere spiegato dalla densità di pixel del display che risulta inferiore. Solo 3GB di RAM anzichè 4, processore A12 Bionic, 3 amplificatori audio e lo stesso modulo WiFi/Bluetooth dei modelli più costosi.

Nessuna differenza per la fotocamera frontale True Depth che è praticamente la stessa che troviamo anche su iPhone XS ed XS Max. Il connettore Lightning è leggermente spostato a destra: non risulta perfettamente allineato con il centro del dispositivo e questo potrebbe essere causato dal display LCD con bordi ridotti.

 

La bobina per la ricarica wireless è in rame, il che assicura una velocità di trasferimento più alta, al pari di XS ed XS Max.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Grado di riparabilità: 6/10