Entra su Scontiamolo, il nostro canale di Offerte e Sconti su Telegram.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

iPhoneNews

Le vendite di iPhone diminuiscono in Cina a causa del coronavirus

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Le vendite di iPhone stanno subendo un colpo in Cina a causa dell’attuale situazione del coronavirus. Oggi, in una nuova nota per gli investitori, gli analisti di UBS stimano che le vendite di iPhone siano diminuite del 28% a gennaio.

Come riportato da Bloomberg, gli analisti di UBS affermano che la domanda di iPhone è scesa del 28% a gennaio. È una “grande diminuzione per quel periodo dell’anno“. In Cina è previsto un calo da dicembre a gennaio, vista la stagionalità delle vendite di iPhone, ma UBS implica che il calo è stato più netto quest’anno rispetto agli anni passati.

In effetti, le vendite di iPhone sono aumentate di anno in anno in Cina, secondo gli analisti UBS e i dati della China Academy of Information and Communications Technology. Le spedizioni complessive di smartphone in Cina sono diminuite del 37% su base annua, ma le vendite di iPhone sono aumentate del 5% nello stesso periodo. Ciò è attribuibile ai “negozi online e ai confronti più facili rispetto al precedente periodo delle vacanze, che è stato rovinato dalle tensioni della guerra commerciale“, dice Bloomberg.

Ma c’è ancora un po ‘di incertezza sulla situazione in Cina. Arcuri spiega che la situazione in Cina è ancora imprevedibile, motivo per cui Apple non ha ancora offerto nuove indicazioni sugli utili per il Q2 fiscale:

La situazione è così imprevedibile che Apple non ha fornito una nuova previsione delle entrate, ha dichiarato Arcuri. Il ritmo della ripresa nel trimestre di giugno della società “dipende maggiormente dal lato della domanda, il che è molto difficile da prevedere”, ha aggiunto l’analista.

La scorsa settimana Apple ha pubblicato una rara nota per gli investitori affermando che non avrebbe raggiunto la sua guida agli utili del secondo trimestre a causa degli effetti dell’epidemia di coronavirus in Cina. Apple ha attribuito questo a due motivi principali: vincoli mondiali per la domanda di iPhone e l’offerta per i prodotti Apple in Cina a causa del virus.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Nel frattempo, Apple ha riaperto più della metà dei suoi Apple Store in Cina, ma con orari limitati.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua a leggere..

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.