NotizieSiri

Apple ha acquisito la startup di machine learning Inductiv per migliorare Siri

Secondo quanto riferito, Apple ha acquisito la startup di machine learning Inductiv Inc.. La startup aveva sviluppato una tecnologia che utilizza l'intelligenza artificiale per identificare e correggere gli errori nei set di dati.

Apple ha recentemente acquistato Inductiv, startup di apprendimento automatico con sede in Ontario, allo scopo di migliorare Siri, riferisce Bloomberg.

La società ha confermato l’acquisto con una delle sue tipiche dichiarazioni di acquisizione: “Apple acquista società tecnologiche più piccole di volta in volta e generalmente non discutiamo dei nostri scopi o piani“.

La startup è stata fondata da professori dell’Università di Stanford, dell’Università di Waterloo e dell’Università del Wisconsin.

Il team di ingegneri di Inductiv si è unito ad Apple dopo l’acquisizione per lavorare su Siri, machine learning e data science presso l’azienda. Prima dell’acquisto, Inductiv ha creato una tecnologia che utilizzava l’IA per automatizzare l’identificazione e la correzione degli errori nei dati a fini di apprendimento automatico. Dal rapporto di Bloomberg:

Avere dati puliti è importante per l’apprendimento automatico, un tipo popolare e potente di AI che aiuta il software a migliorare con un’invenzione meno umana.

Il lavoro rientra nella categoria della scienza dei dati, un elemento chiave della più ampia strategia di apprendimento automatico di Apple.

Siri

Il capo Siri, John Giannandrea, che è anche responsabile dell’apprendimento automatico, ha aggiornato la tecnologia di base su cui ‌Siri‌ si basa con acquisizioni di aziende come Inductiv.

Nel corso degli ultimi anni il colosso di Cupertino ha acquistato diverse aziende legate all’intelligenza artificiale e all’apprendimento automatico, come Voysis, Xnor.ai, Turi, Perceptio, Tuplejump e altre ancora.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button