PUBBLICITÀ
Notizie

Apple non è interessata all’acquisizione di Arm Holdings

Secondo un nuovo rapporto, Apple e Softbank erano in trattative preliminari per una potenziale acquisizione, ma il colosso di Cupertino ha deciso di abbandonare la trattativa.

Apple, è stata contattata per discutere di una potenziale acquisizione della Arm Holdings messa in vendita alcuni gironi fa da SoftBank, ma sembra che il colosso di Cupertino non abbia intenzione di proseguire la trattativa.

Arm Holdings è una società di semiconduttori che concede in licenza le sue tecnologie a diverse aziende come Apple, che utilizza l’architettura ARM per costruire i processori per iPhone, iPad e altro.

Secondo Bloomberg, Apple e Softbank erano in trattative preliminari per una potenziale acquisizione, ma il produttore di iPhone ha deciso di abbandonare la trattativa. 

Fonti che hanno familiarità con la questione hanno affermato che l’operazione di concessione di licenze di Arm sarebbe inadeguata all’attuale struttura commerciale del gigante della tecnologia. Inoltre, l’acquisizione da parte di Apple della società, avrebbe portato molti problemi i termini di antitrust, considerando che Arm è licenziataria di molti concorrenti del colosso di Cupertino.

Secondo quanto riferito, Nvidia, produttrice di schede grafiche per il mercato dei giochi e dei professionisti, ha mostrato interesse per l’acquisizione. Se anche questa trattativa non dovesse andare a buon fine, SoftBank potrebbe decidere di avviare una vendita con offerta pubblica.

Apple ha acquistato la licenza da Arm Holdings nel 2006, ed in seguito l’ha integrata nei processori della serie A utilizzati su iPhone, iPad, HomePod e Apple TV. Inoltre, la società, durante il keynote della WWDC20, ha annunciato che utilizzerà questa tecnologia anche sui futuri modelli di Mac.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button