Notizie

Bloomberg rivela che i servizi Apple faticano a crescere

Secondo un nuovo rapporto, i servizi Apple faticano a generare entrate significative.

Mark Gurman di Bloomberg, rivela che gli investitori non sono contenti del ritorno economico ottenuto dai servizi Apple come TV +, Arcade, News + e Apple Card.

Apple, annuncerà i risultati per il terzo trimestre fiscale il 30 luglio e gli analisti hanno previsto che i ricavi dei servizi della società saranno di circa 13,1 miliardi di dollari, in crescita del 15% rispetto all’anno precedente. Tuttavia, la maggior parte di questi guadagni verrà dai servizi esistenti come l’App Store e accordi di licenza, piuttosto che da Apple TV +, Apple Arcade e gli atri.

Gurman afferma inoltre che, meno del 15% dei clienti idonei si è registrato ad Apple TV + nonostante la società offrisse una prova gratuita di un anno con l’acquisto di un iPhone o altro hardware.

Stessa storia per Apple Arcade, lanciato lo scorso Settembre. Secondo quanto riferito, Apple ha di recente modificato la sua strategia e ha annullato i contratti per alcuni giochi in fase di sviluppo ed è alla ricerca di altri titoli per attirare nuovi clienti.

Alcuni sviluppatori hanno ipotizzato che il cambio di strategia di Apple indichi che la crescita degli abbonati è più debole del previsto e la società ha anche recentemente iniziato ad offrire ad alcuni utenti un secondo mese di prova gratuito.

Per quanto riguarda la Apple Card, Goldman Sachs Group ha accumulato circa 2 miliardi di dollari in linee di credito da quando è stata lanciata, che è una frazione minima rispetto al altre carte.

Tuttavia, Gurman riferisce che il servizio “flop” sia Apple News+, lanciato a Marzo 2019. Apple News‌‌ + fornisce accesso a centinaia di riviste insieme alle notizie sugli abbonamenti del Wall Street Journal e del Los Angeles Times, ma non è riuscito a tenere il passo con consumatori, forse a causa della mancanza di accesso a pubblicazioni come The New York Times e The Washington Post, che hanno rifiutato di firmare accordi con Apple.

L’App Store invece, rappresenta la vera crescita delle entrate dei Servizi Apple. La società, ottiene una commissione del 30% da tutte le app a pagamento scaricate dallo Store‌ e dagli acquisti in-app.

‌App Store‌ ha generato 32,8 miliardi di dollari nella prima metà del 2020 per gli sviluppatori, in crescita di oltre il 20% rispetto all’anno precedente.

App Store

Tuttavia, nell’ambito di un’indagine antitrust in corso sulle politiche dell’App Store, i regolatori antitrust statunitensi stanno esaminando proprio il taglio del 30 percento che Apple ottiene dagli abbonamenti in-app.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!