Apple Watch

Apple Watch Serie 6: VIDEO Unboxing, come si abbina, cosa cambia e come usare le nuove funzioni

Ecco tutte le nostre considerazioni su Apple Watch Serie 6 in un solo articolo: vale la pena acquistarlo? cosa cambia? come si utilizzano le nuove funzioni? Video UNBOXING e prima configurazione!

Avete acquistato il nuovo Apple Watch Serie 6? Vediamo insieme quali sono tutti i passaggi da eseguire, come abbinarlo al vostro iPhone, quali sono e come utilizzare le nuove funzioni.

Unboxing

Partiamo subito dalla scatola che è ancora completamente bianca, super minimale, con la scritta Apple Watch in rilievo sul dorso, scritta che diventa rossa per il modello PRODUCT(RED). Il confezionamento è sempre lo stesso: aprendo il cartone troveremo una grafica con vari Apple Watch stilizzati e sui disegni troviamo le nuove casse colorate ed i nuovi cinturini introdotti il 15 Settembre.

All’interno troviamo due ulteriori scatoline più piccole: in una è contenuta la carcassa, vari foglietti illustrativi ed il cavetto magnetico di ricarica. A partire da questa Serie 6 non verrà più incluso l’alimentatore a muro, per via di una scelta ecologica da parte di Apple.

Nella seconda invece, troviamo il cinturino che per quanto riguarda la linea “Sport” sono composti da 3 pezzi: il lato corto comprensivo di aggancio, ed il lato lungo in due misure (M/L) oppure (S/M). In base allo spessore del nostro polso andremo ad utilizzare l’uno o l’altro. Avete già dato un’occhiata alla nostra Galleria Fotografica?

Prima configurazione con interessanti Novità

Con iOS 14 è finalmente possibile abbinare più di un Apple Watch ad un solo iPhone. Questo è molto comodo per chi effettua un upgrade anche se la funzione è stata pensata per agevolare l’acquisto per i più piccoli.

Alla prima accensione infatti, dovremo configurare l’Apple Watch abbinandolo ad un iPhone e potremo scegliere tra “Configura per me” oppure “Configura per un membro della famiglia“. La configurazione in famiglia permette di gestire un Apple Watch per un membro della famiglia che non possiede un iPhone. Se state pensando di regalarne uno a vostro figlio, è l’opzione che dovrete scegliere al primo avvio. Successivamente, sul vostro iPhone arriveranno tutte le notifiche fondamentali per capire dove si trova, quando ha terminato l’attività, potrete scambiare messaggi e comunicare in vari modi, oppure attivargli a distanza la modalità scuola, che silenzierà l’orologio per tutta la durata dello svolgimento dei compiti, evitando distrazioni.

Se invece abbiamo già un Apple Watch di generazione precedente, potremo scegliere “Configura per me” e lo inizializzeremo con i nostri dati relativi all’Apple ID, le applicazioni installate e tutto il resto. Sull’iPhone, attraverso l’applicazione Watch, potremo passare dall’uno all’altro cliccando su “Tutti gli Apple Watch” scritto in alto a sinistra. Esiste anche un sistema intelligente che è in grado di rilevare automaticamente quale orologio state indossando, in maniera tale da aprire l’app già impostata su quel dispositivo.

Il monitoraggio del livello di ossigeno nel sangue

Grazie al nuovo hardware ed il nuovo sensore ad infrarossi, l’Apple Watch Serie 6 (e soltanto lui) può monitorare il livello di ossigeno nel sangue. Non vi spaventate se, entrando nel menu delle applicazioni, vi comparirà un messaggio di errore. La funzione va prima attivata da iPhone.

Per farlo, entrate nell’app Watch, poi cercate Livelli O2 nell’elenco e cliccate su Abilita. Con due interruttori potrete regolare anche il comportamento del sensore quando è in background, ovvero potrete scegliere se far effettuare le misurazioni anche quando sono attive la modalità Sonno e la modalità Spettacolo. La prima è sicuramente più importante ed è attiva di default, l’altra è trascurabile.

Terminata la configurazione, torniamo all’Apple Watch, lanciamo di nuovo nell’applicazione Livelli O2 e questa volta funzionerà correttamente.

Ci sono due raccomandazioni per una corretta misurazione dell’ossigeno:

  • La prima è quella di non tenere l’orologio sulla parte bassa del polso. Cerchiamo di spostarlo leggermente più indietro, verso il gomito, in maniera tale che possa aderire perfettamente al nostro braccio senza lasciare spazi.
  • La seconda è quella di appoggiare il braccio su un piano, in maniera tale da aumentare la precisione della misurazione.

L’intero processo dura soltanto 15 secondi e nel frattempo sullo schermo visualizzeremo una bella animazione con svariate linee che poi si concentrano insieme fino a formare un cerchio. Subito dopo verrà visualizzato il risultato della misurazione.

Tale risultato sarà un numero seguito dal segno di percentuale. La percentuale di emoglobina satura di ossigeno in condizioni normali è maggiore del 95%, i valori ottimali sono intorno al 97-98%. Nel caso in cui la misurazione portasse ad un risultato inferiore al 95%, effettuatene delle altre e se il risultato continua ad essere basso, è il caso di fare accertamenti più accurati presso uno studio medico.

Le altre novità minori.

Diciamocela in tutta franchezza, l’unica vera novità di Apple Watch Serie 6 è proprio il monitoraggio dell’ossigeno nel sangue. Troviamo anche altre migliorie o aggiunte ma sicuramente di poco conto. Tra queste c’è l’altimetro always-on, cioè sempre attivo e pronto a rispondere in tempo reale comunicandoci a che altezza ci troviamo rispetto al livello del mare. Aprendo l’app Bussola e scorrendo verso il basso visualizzeremo questo dato e muovendo il polso verso l’alto o verso il basso potremo vedere come oscillerà in tempo reale l’altitudine segnalata nella schermata.

Altra novità minore è il 20% di luminosità in più nella modalità “schermo spento”. Come saprete, con la Serie 5 Apple ha introdotto lo schermo Always-on, che resta sempre acceso anche se viene scurito per preservare la durata della batteria. Adesso questa modalità “scura” che si ottiene per tutto il tempo in cui non guardiamo lo schermo, risulta leggermente più luminosa ma niente di sensazionale a riguardo.

Retro-compatibilità con tutti i cinturini

Non avendo un nuovo design e lasciando le dimensioni praticamente invariate, sia la versione da 40mm che quella da 44mm possono utilizzare tutti i cinturini già esistenti, di qualsiasi modello.

Le nuove casse colorate ed i nuovi cinturini

Gli Apple Watch Serie 6 sono disponibili, come sempre, con una cassa in argento e grigio siderale ma tra i colori troviamo anche una cassa in oro rosa, blu navy e PRODUCT(RED). Bisogna ammettere che la carcassa blu e quella rossa sono davvero belle ed essendo completamente inedite risultano altamente attrattive. C’è però da fare una considerazione: i cinturini.

Il modello con carcassa argento è quello che in assoluto si abbina meglio alla stragrande maggioranza dei cinturini. La cassa scura sta bene con tanti colori ma i nuovi dispositivi in blu e rosso, purtroppo, fanno un figurone soltanto con i cinturini dello stesso colore o poche altre varianti. E’ una cosa che bisogna considerare prima di effettuare l’acquisto: se siete persone che non cambiano spesso il cinturino, allora procedete a mani basse, altrimenti valutate bene o magari passate in un Apple Store a vederli da vicino prima di decidere, o ancora, utilizzate Amazon per gli acquisti che oltre ad una consegna più rapida prevede una modalità di reso (eventuale) molto più semplice e veloce.

Ho già un Apple Watch, vale la pena acquistare il Serie 6?

Dipende da quale Apple Watch possiedi. Per quanto mi riguarda, consiglio l’upgrade soltanto ai possessori di un Apple Watch Serie 3 o precedente. Se avete un Serie 4 o Serie 5 le novità non valgono il prezzo di un nuovo acquisto a meno che non riusciate ad ottenere un bel ritorno economico vendendo privatamente il vostro vecchio orologio. Se siete interessati al monitoraggio dell’ossigeno nel sangue, su Amazon esistono strumenti appositi che costano dai 20 ai 30€.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!