PUBBLICITÀ
Notizie

Facebook critica nuovamente la funzionalità di anti-tracciamento di iOS 14

Facebook attacca nuovamente Apple a causa dell'imminente funzionalità di anti-traccimento di iOS 14.

Attraverso un nuovo post sul blog, Facebook ha affermato che l’imminente cambiamento incentrato sulla funzionalità di anti-tracking di Apple in iOS 14 avrà un “impatto dannoso su molte piccole imprese che stanno lottando per rimanere a galla e su Internet gratuito su cui tutti facciamo affidamento”.

La società ha anche lanciato una pagina “Speak Up For Small Business“.

“Non siamo d’accordo con l’approccio e la soluzione di Apple, ma non abbiamo altra scelta”, ha dichiarato il social. “Se non lo facciamo, bloccheranno Facebook dall’App Store, danneggiando ulteriormente le persone e le aziende che si affidano ai nostri servizi. Non possiamo correre questo rischio per conto dei milioni di aziende che utilizzano la nostra piattaforma per crescere. “

Come ben sappiamo, a partire dall’inizio del prossimo anno Apple richiederà alle app di ottenere il permesso dagli utenti per raccogliere il loro identificatore pubblicitario casuale, che gli inserzionisti utilizzano per fornire annunci personalizzati e monitorare l’efficacia delle loro campagne.

Facebook

Facebook ha affermato che il cambiamento di Apple riguarda “il profitto, non la privacy”, sostenendo che le piccole imprese saranno costrette a rivolgersi ad abbonamenti e altri pagamenti in-app per le entrate, a vantaggio dei profitti di Apple. Il social network accusa anche Apple di stabilire un doppio standard, sostenendo che la piattaforma pubblicitaria personalizzata del produttore di iPhone non è soggetta all’imminente politica di iOS 14:

1. Stanno creando una politica – applicata tramite AppTrackingTransparency di iOS 14 – che riguarda il profitto, non la privacy. Costringerà le aziende a rivolgersi ad abbonamenti e altri pagamenti in-app per le entrate, il che significa che Apple ne trarrà profitto e molti servizi gratuiti dovranno iniziare a farsi pagare o uscire dal mercato.

2. Stanno danneggiando le piccole imprese e gli editori che stanno già lottando contro una pandemia. Queste modifiche influenzeranno direttamente la loro capacità di utilizzare i budget pubblicitari in modo efficiente ed efficace. I nostri studi mostrano che, senza annunci personalizzati basati sui propri dati, le piccole imprese potrebbero vedere un taglio di oltre il 60% delle vendite.

3. Non stanno giocando secondo le proprie regole. La piattaforma pubblicitaria personalizzata di Apple non è soggetta alla nuova politica di iOS 14.

4. Non siamo d’accordo con l’approccio di Apple, ma non abbiamo altra scelta. Se non lo facciamo, dovremo affrontare ritorsioni da parte di Apple, che potrebbero solo danneggiare ulteriormente le aziende che vogliamo supportare. Non possiamo correre questo rischio.

Facebook accusa Apple di fare “cambiamenti di grande portata senza il contributo del settore e delle aziende maggiormente colpite” nel tentativo di spingere le aziende e gli sviluppatori in un modello di business a vantaggio dei profitti dell’azienda. “La verità è che queste mosse fanno parte della strategia di Apple per espandere le proprie tariffe e attività di servizi”, ha affermato Facebook.

“Riteniamo che Apple si stia comportando in modo anti-concorrenziale utilizzando il controllo dell’App Store a vantaggio dei propri profitti a scapito degli sviluppatori di app e delle piccole imprese”, ha affermato Facebook.

Inoltre, il social sta ora mostrando il suo sostegno ad Epic Games nella sua causa antitrust contro Apple. L’azienda ha affermato che fornirà al tribunale informazioni su come le politiche di Apple hanno avuto un impatto negativo su Facebook, sulle persone e sulle aziende che si affidano alla sua piattaforma.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button