PUBBLICITÀ
Notizie

Amazon banna centinaia di venditori che regalavano prodotti in cambio di recensioni a 5 stelle

AUKEY, MPOW e centinaia di altri venditori sono stati bannati da Amazon per aver utilizzato pratiche di vendita sleali. Sono coinvolti 13 milioni di prodotti e 200.000 utenti "finti influencer"

Amazon ha fatto piazza pulita sul proprio store, eliminando gli account di tutti quei venditori che utilizzano pratiche sleali per vendere i prodotti.

Una miriade di prodotti tecnologici non sono più disponibili all’acquisto sul popolare e-commerce a causa di recensioni fasulle richieste dall’azienda in cambio di prodotti gratuiti.

Se ogni giorno nascono nuovi “influencer” (soprattutto su Instagram e YouTube) è proprio perchè ottenere prodotti gratuitamente ormai è una pratica comune ed alquanto semplice con alcuni venditori. Più o meno l’iter è sempre lo stesso:

Bisogna prima acquistare un prodotto tramite Amazon, riceverlo a casa e fare una recensione super positiva sia sull”ecommerce che attraverso i propri canali sociali. Non importa se il prodotto è realmente valido o meno, basta parlarne bene ed aggiungere 5 stelline perchè in questo modo verrà mostrato prima degli altri, ottenendo come conseguenza un maggior numero di vendite “genuine” da parte degli utenti che utilizzano la ricerca su Amazon. A recensione avvenuta, l’utente riceve un rimborso delle spese tramite PayPal e può anche tenere il prodotto.

Secondo il rapporto di SafetyDetectives, sono trapelati dei documenti in cui si leggono oltre 13 milioni di prodotti inviati gratuitamente in cambio di recensioni, attraverso dei file in cui le aziende appuntavano i nomi delle persone alle quali veniva inviato un prodotto, l’indirizzo email e di spedizione, la copia della recensione ottenuta, lo stato della review e così via, fino a formare l’incredibile quantità di 7GB di dati e 200.000 persone coinvolte.

Tra questi produttori c’erano anche AUKEY,  MPOW e VictSing marchi decisamente conosciuti da chi effettua acquisti tech su Amazon.

Per quanto ci riguarda non possiamo fare altro che confermare tutto. Ogni giorno riceviamo proposte simili da parte di aziende cinesi che vorrebbero offrirci prodotti (e soldi) in cambio di recensioni positive. Alcune volte è successo anche con aziende più conosciute ma dopo aver ricevuto e provato i loro prodotti non li abbiamo ritenuti qualitativamente idonei ad essere pubblicati su iSpazio. Di conseguenza le aziende sono state contattate ed informate della situazione. Semplicemente abbiamo proposto loro una recensione oggettiva, parlando dei “Pro” ma evidenziando anche tutti i “Contro” del loro prodotto, ed abbiamo sempre ottenuto la stessa risposta: “se le cose stanno così preferivano non ottenere alcuna recensione piuttosto che qualche parola negativa” e noi li abbiamo accontentati! :D

Da quando è nato iSpazio abbiamo avuto standard molto alti e nessuna azienda potrà persuaderci nel sottoporvi merce scadente senza potervi dire effettivamente che è scadente. E’ una questione di etica e di fiducia che ci piace conservare dopo quasi 13 anni di blog.

Ragazzi più giovani o influencer senza etica, non si pongono questi problemi per cui vi sottoporranno sempre qualsiasi cosa dietro un buon compenso economico. Ormai lo avete capito che non bisogna più credere a tutto ciò che si legge attraverso internet, quindi affidatevi soltanto a persone di cui vi fidate realmente piuttosto che a chi si improvvisa un guru.

AUKEY sembra aver intrapreso questa politica a partire dal 2020 (o fine 2019) ma tante altre aziende sfruttano il sistema di votazione di Amazon per salire nei risultati di ricerca ed ottenere un maggior numero di vendite. Le recensioni fasulle spesso sono riconoscibili perchè enfatizzano fin troppo le qualità di un prodotto, anche se si tratta di un semplice cavetto. Amazon ha sicuramente fatto una buona pulizia ma sul negozio virtuale saranno sicuramente disponibili ancora tantissimi venditori che utilizzano questi sistemi che però non sono stati ancora scoperti. Il ban dovrebbe essere temporaneo e non permanente. Probabilmente le aziende si accorderanno su un risarcimento e nuovi termini contrattuali prima di tornare a vendere su Amazon.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button