AirPodsApple Music

Non è colpa di Apple se Apple Music Lossless non funzionerà sulle AirPods ma esiste una soluzione

Apple potrebbe innovare di nuovo nel panorama musicale presentando delle nuove AirPods con supporto alla tecnologia AirPlay permettendogli di essere la prima azienda ad avere cuffie wireless che supportano il formato audio Lossless

Apple ha annunciato il supporto ad un nuovo formato Lossless per Apple Music. Questo significa che sarà possibile ascoltare la musica in alta definizione, senza compressione, senza perdita di qualità ma soprattutto senza comportare un costo aggiuntivo per gli utenti.

La notizia ha fatto scalpore ed è stata accolta benissimo da tutti ma poi è arrivata la “delusione” perchè abbiamo scoperto che c’è una limitazione molto importante in tutto questo: non sarà possibile ascoltare la musica in alta definizione attraverso le AirPods, nemmeno le costosissime AirPods Max.

Bisogna però sottolineare e capire bene che questa limitazione non è imposta da Apple nè si tratta di una scelta di marketing ma è semplicemente un limite del bluetooth. A causa della velocità di trasmissione limitata infatti, risulta impossibile ad oggi riuscire ad effettuare uno stream di un file così grosso in tempo reale senza “perdersi dei pezzi” attraverso questa tecnologia. Il risultato sarebbe pessimo, semplicemente non può funzionare ed è per questo motivo che le cuffie Bluetooth sono limitate all’utilizzo del codec AAC che è un formato audio compresso, quello che utilizza Apple Music in questo momento.

Come potrebbe cambiare la situazione in futuro?

Come saprete, Apple ha in programma il rilascio di nuove AirPods e queste cuffie potrebbero fare la differenza. Pur rimanendo vero che tramite Bluetooth nessun paio di cuffie possa riuscire a riprodurre l’audio in formato lossless, Apple dispone di un’altra tecnologia chiamata AirPlay.

Se le AirPods 3 supportassero l’AirPlay, utilizzerebbero il Bluetooth soltanto per cercare i dispositivi ai quali accoppiarsi, dopodichè per la riproduzione in streaming si andrebbe ad utilizzare il WiFi, in grado di assicurare una velocità di trasmissione molto più elevata.

Per capirci: provate a trasferire un video di 50MB da un cellulare Android verso un Mac utilizzando il bluetooth. L’operazione verrà portata a termine ma richiederà 10 minuti. Se invece fate lo stesso esperimento con un iPhone, utilizzando la funzione AirDrop, il Mac verrà trovato tramite il Bluetooth ma poi il video verrà trasferito creando un ponte WiFi tra i due dispositivi ed il trasferimento richiederà soltanto una manciata di secondi.

Per riuscire ad utilizzare il protocollo AirPlay sulle AirPods, quest’ultime andrebbero dotate di un chip WiFi, assolutamente necessario per poter creare il bridge. Al momento nessuna delle AirPods esistenti ne ha uno quindi nemmeno tramite un aggiornamento del software Apple potrebbe riuscire in questo intento. Le nuove AirPods 3 invece, potrebbero esserne dotate e potrebbero diventare le prime cuffie wireless al mondo con la capacità di riprodurre la musica in formato lossless senza adattatori, senza cavi o dongle.

Probabilmente è proprio questo il motivo per il quale si parla da tantissimo tempo delle AirPods 3 ma ancora non sono state annunciate. Addirittura sono già presenti sul mercato delle copie contraffatte ma non le originali.

L’AirTag ci ha insegnato qualcosa: Apple ha il dispositivo pronto dal 2019 ma soltanto qualche mese fa è stato terminato il Network Find My che permette agli AirTag di funzionare in maniera superiore a tutti gli altri accessori simili. Analogamente, potremmo pensare che se le AirPods 3 non sono ancora state annunciate è perchè l’azienda stava ultimando i lavori, le concessioni e le licenze per poter lanciare Apple Music in alta definizione prima di sfornare le prime cuffie wireless e Lossless al mondo.

Apple Music senza perdita di qualità sarà disponibile da Giugno. Speriamo che le nuove cuffie possano essere annunciate per lo stesso periodo, magari alla fine del keynote dedicato alla WWDC21.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button