PUBBLICITÀ
Notizie

Il visore AR/VR di Apple dovrà essere connesso ad un iPhone per funzionare

Emergono notizie sul nuovo dispositivo che l'azienda di Cupertino potrebbe presentare già nel 2022.

Si continua a parlare del vociferato visore per la realtà aumentata/virtuale a cui starebbe lavorando Apple. Ebbene, secondo il The Information, il visore dovrà essere necessariamente collegato ad un iPhone o ad un altro dispositivo Apple per funzionare.

Nel report si da per certo che Apple abbia ultimato i lavori per il processore a 5 nanometri da utilizzare per il visore e da ciò deriverebbero dunque le informazioni sulla connettività.

Il device utilizzerà tre chip (prodotti da TSMC), che tuttavia non saranno potenti come quelli dei Mac, degli iPhone e degli iPad, e non saranno in grado di supportare il machine learning. Per garantire una buona autonomia, saranno invece ottimizzati per la trasmissione wireless di dati, la gestione dei contenuti video e il consumo energetico. Infine, al suo interno ci saranno sia una CPU che una GPU, dunque non è da scartare l’ipotesi di una modalità standalone con funzionalità limitate.

Il lancio del visore AR/VR, un dispositivo diverso dagli occhiali smart ora in sviluppo, forse nel 2022, ma non c’è nulla di certo in tal senso.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button