iPhone

La strategia di Apple per le fotocamere degli iPhone: parola agli ingegneri

Graham Townsend e Jon McCormack hanno rilasciato alcune interviste e hanno svelato alcuni retroscena sulle fotocamere degli smartphone di Apple.

Tra le caratteristiche di punta di iPhone 13 e iPhone 13 Pro c’è sicuramente il comparto fotografico, come sottolinea anche DXOMark nel suo ultimo report. E proprio circa le fotocamera degli smartphone di Apple hanno rilasciato una intervista a GQ Graham Townsend e Jon McCormack, rispettivamente Vice President of Camera Hardware Engineering e Vice President of Camera Software Engineering dell’azienda di Cupertino.

PUBBLICITÀ

Di particolare interesse sono le parole di Townsend, che ha spiegato che Apple progetta i futuri sistemi delle fotocamere degli iPhone circa tre anni prima rispetto al debutto ufficiale. In base a ciò, si può supporre che l’azienda abbia iniziato a lavorare alle fotocamere di iPhone 13 e iPhone 13 Pro nel 2018.

Sulla nuova modalità Cinema di iPhone 13 Pro e 13 Pro Max, che consente la registrazione di video con profondità di campo e cambio di focus automatico tra più soggetti, ha detto la sua McCormack:

È stato un processo lungo e non semplice. […] Non riguarda solo la profondità di ogni singolo fotogramma, ma anche questa cosa chiamata stabilità temporale: mentre ci spostiamo tra i fotogrammi con le persone in movimento, come possiamo assicurarci che non vengano fuori bordi strani o cose del genere?

Townsend e McCormack sono stati raggiunti anche da Jacob Krol della CNN e dal fotografo Tyler Stalman (molto popolare su YouTube) per il suo The Stalman Podcast.

PUBBLICITÀ
Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button