iPhone

Le 15 funzionalità che l’iPhone originale non aveva

Ecco le 15 funzionalità che non erano presenti sull'iPhone 2G, lo smartphone lanciato nel 2007 che rivoluzionò completamente il settore.

15 anni fa, esattamente il 9 gennaio 2007, Steve Jobs presentava il primo modello di iPhone al Macworld Expo di San Francisco.

PUBBLICITÀ

Come ben sappiamo, con l’iPhone 2G Apple ha rivoluzionato il settore degli smartphone, ma quanto è migliorato da allora? Scopriamolo insieme.

Per celebrare l’anniversario del lancio del primo modello di iPhone, abbiamo stilato un elenco delle 15 funzionalità che il primo smartphone della società di Cupertino non aveva:

  • App Store: l’iPhone originale era dotato di app preinstallate come Telefono, Meteo, Note, Calendario, Foto e Calcolatrice, ma non esisteva un modo ufficiale per installare app di terze parti fino al lancio dell’App Store nel luglio 2008.
  • Copia e incolla: può sembrare difficile da credere, ma la possibilità di copiare e incollare del testo è stata aggiunta all’iPhone soltanto nel 2009.
  • Fotocamera frontale: nel lontano 2007 i selfie non erano ancora nati e non era presente neanche una fotocamera frontale sull’iPhone 2G. Tuttavia, nel 2010 arrivò sull’iPhone 4 insieme alle videochiamate FaceTime.
  • Registrazione video: il primo modello di iPhone poteva solo scattare foto e la registrazione video fu introdotta sull’iPhone 3GS nel 2009.
  • Torcia: senza flash LED, non c’era una torcia integrata. Quando l’App Store fu ufficialmente disponibile, sono state rilasciate moltissime app per torce che mostravano uno schermo bianco alla massima luminosità per imitare una torcia.
  • MMS: l’iPhone 2G supportava gli SMS, ma non era possibile inviare foto. Le funzionalità MMS sono state introdotte con iPhone OS 3.0 nel 2009, ma solo per iPhone 3G e iPhone 3GS.
  • GPS: sebbene l’iPhone fosse dotato di un’app Google Maps preinstallata, non c’erano indicazioni passo-passo, poiché il dispositivo non aveva un GPS. Apple ha introdotto un GPS integrato con l’iPhone 3G nel 2008.
  • Sfondi della schermata iniziale: non è stato possibile impostare uno sfondo personalizzato della schermata iniziale sull’iPhone fino al rilascio di iOS 4 nel 2010 e quella versione del software non supportava l’iPhone 2G.
  • Supporto operatori: AT&T era l’operatore esclusivo di iPhone negli Stati Uniti fino a quando Verizon non ha iniziato a supportare il dispositivo nel 2011.
  • Siri: l’assistente digitale vocale di Apple è stato lanciato con l’iPhone 4S nel 2011.
  • Touch ID o Face ID: sebbene i moderni iPhone e iPad sono dotati di sistemi di autenticazione biometrica come Face ID o Touch ID, l’iPhone originale poteva essere protetto solo con un passcode a quattro cifre. Il Touch ID arrivò nel 2013 sull’iPhone 5s, mentre il Face ID arrivò nel 2017 sull’iPhone X.
  • Connettore Lightning: come tutti i primi modelli di iPod, l’iPhone 2G era dotato di un connettore dock a 30 pin. Apple passò al connettore Lightning nel 2012 con il lancio dell’iphone 5.
  • Display Retina: introdotto su iPhone 4 nel 2010, il display Retina presentava quattro volte più pixel dell’iPhone originale ed era il display con la risoluzione più alta per uno smartphone in assoluto all’epoca.
  • Ricarica wireless: i primi iPhone a supportare la ricarica wireless sono stati iPhone 8, iPhone 8 Plus e iPhone X rilasciati nel 2017.
  • Resistenza all’acqua: il primo modello di iPhone non aveva alcuna certificazione IP, ma gli ultimi modelli hanno una resistenza all’acqua con grado di protezione IP68.

Cosa ne pensate?

PUBBLICITÀ
Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button