Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Steve Jobs: da santo a tiranno secondo i media USA
Notizie

Steve Jobs: da santo a tiranno secondo i media USA 

Dal giorno della sua morte Steve Jobs ha diviso i media, c’è chi lo definisce un santo, l’uomo che ha inventato il futuro e chi invece un tiranno, un maniaco del dettaglio e della perfezione in senso però maniacale e negativo.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

La recente pubblicazione della sua biografia, scritta dal giornalista Walter Isaacson, ha messo in luce lati del carattere di Jobs fino ad ora sconosciuti. C’è chi lo definiva il nuovo Leonardo da Vinci, chi un Guru e chi un semplice genio. Ma per trovare la prima pecora nera non ci è voluto molto, il giorno successivo a quel 5 ottobre, Gawker, uno dei blog più famosi d’ America pubblica un articolo intitolato “Steve Jobs non era Dio”.

Dopo la pubblicazione di una serie di articoli del magazine britannico The Week, che parlano in modo malevolo del CEO di Apple e la messa in vendita del libro, iniziano a circolare le prime indiscrezioni che fanno storcere il naso a molte persone, la gente che prima lo stimava inizia a definirlo un “avido amministratore delegato”, un “tiranno” e un “sociopatico”. Tutto questo scalpore è nato grazie alla pubblicazione di particolari sulla sua vita, sui suoi metodi di lavoro e in parte grazie ai rapporti che instaurava con i suoi dipendenti.

Per lo scrittore, giornalista ed ex direttore del New York Magazine, Kurt Andersen, la velocità con cui “Steve il santo” è divenuto “Steve il peccatore” è una conseguenza della velocità della comunicazione dei giorni nostri, divenuta rapidissima grazie a potenti mezzi, quali internet, social network, radio e televisioni.

Via | TM News

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.