Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Apple rischia di perdere il nome “iPhone” in Brasile
Notizie

Apple rischia di perdere il nome “iPhone” in Brasile 

Circa dieci giorni fa abbiamo parlato di un ipotetico iPhone con Android venduto in Brazile, con tanto di nome registrato in tribunale. Avevamo detto che probabilmente Apple avrebbe cercato di risolvere la cosa con un accordo con la società brasiliana. Ad oggi la società di Cupertino non ha ancora contattato la Gradiente SA, la società che detiene il nome iphone in Brasile.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

IPHONE-Neo-One-gradiente

Gradiente SA è un’azienda che nel lontano 2000 aveva registrato il marchio iphone in Brasile. Ad oggi è stata acquistata da IGB Electronica SA assieme ai diritti esclusivi per l’utilizzo del marchio. Avevamo riportato in questa notizia che Apple avrebbe potuto trovare un accordo con la società brasiliana, in modo da poter continuare a vendere legalmente il proprio smartphone su quel territorio specifico.

Ad oggi non si hanno ancora notizie. Il presidente della Gradiente SA, Eugenio Staub, forte della sua posizione riguardo all’utilizzo del nome iphone in Brasile, ha dichiarato di non essere stato ancora contattato da Apple. La società brasiliana, infatti, disporrà dei diritti sul marchio fino al 2018, posizionando Apple in una situazione decisamente difficile da aggirare.

L’iphone di Gradiente (chiamato Gradiente iphone Neo One) è un terminale economico da 300$ con un’estetica facilmente riconducibile a quella di Apple iPhone, con installato però Android Gingerbread 2.3. Il dispositivo è stato prodotto 12 anni dopo aver depositato il nome, e 4 anni dopo l’assegnazione dei diritti. Staub, infatti, ha dichiarato che Gradiente ha avuto bisogno di “concludere un processo di ristrutturazione societaria che ha avuto fine all’inizio di quest’anno”.

La società ha altresì dichiarato di voler “adottare tutte le misure utilizzate dalle aziende di tutto il mondo per tutelare i propri diritti  di proprietà intellettuale”. L’annuncio suona proprio come una minaccia per Apple, che se non si affretta ad iniziare le trattative per il nome, potrebbe presto aggiungere una nuova contesa in tribunale, alle tante già in corso.

Via | Electronista

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.