Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Continua l’esodo da iPhone verso Android. È la volta di Andy Ihnatko
Curiosità

Continua l’esodo da iPhone verso Android. È la volta di Andy Ihnatko 

Chi è Andy Ihnatko? Era uno dei più famosi pubblicisti pro-Apple, per il Chicago Sun Times e Macworld, protagonista di podcast settimanali con temi legati al mondo di Cupertino. Il cronista ha fatto sapere di essere passato ad S III da iPhone 4S e ne spiega i motivi.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

iPhone-5-vs-Galaxy-S3-angle-left-side-by-side

Ihnatko ha appena pubblicato il primo di tre post sui motivi che l’hanno spinto ad abbandonare iPhone 4S a favore di un Galaxy S III di Samsung, con sistema operativo Android. Si tratta di una decisione, a detta sua “lenta, cauta e che ha avuto bisogno di un attento esame” su quali fossero le sue esigenze in relazione all’utilizzo del proprio smartphone.

Inhatko dice che Android nel tempo è migliorato tantissimo, grazie anche alla diffusione di hardware più potente che consente un’esperienza più fluida e senza impuntamenti. Si parla logicamente anche dello schermo più grande e, conseguentemente, delle tastiere migliori e più facilmente accessibili per via delle proprie dimensioni. Il cronista non riesce a scrivere con il Galaxy S III con una mano sola, ma per lui questo non è un problema.

ihnatko3513

Per quanto la qualità di Siri abbia allettato il pubblicista americano, Ihnatko non la ritiene una caratteristica fondamentale ed indispensabile; nemmeno lo schermo più grande di iPhone 5 lo ha convinto, visto che comunque non riesce ad interagire con la parte superiore utilizzando una sola mano.

Quello che fa un po’ “tenerezza” è il motivo per cui questi “eminenti” esponenti della cultura tecnologica hanno bisogno di far sapere al mondo certi “passaggi di modello”, non è la prima volta che accade ed ogni volta si sente l’obbligo di giustificare la propria scelta.

Vuole convincere gli altri o, più probabilmente, sé stesso riguardo alla propria decisione?

Via | TUAW

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.