Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Ordina e paga un menu di McDonalds direttamente da iPhone
Notizie

Ordina e paga un menu di McDonalds direttamente da iPhone 

La più grande catena di ristoranti fast food del mondo, McDonald’s, presto rilascerà un’applicazione per consentire agli utenti di ordinare e pagare un menu direttamente da iPhone.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

mcdonalds

La nuova applicazione inizierà ad essere distribuita a partire dal prossimo anno nei mercati di punta della catena, Stati Uniti, Canada, Australia, Francia e Regno Unito ed entro il 2018 sarà estesa fino a 25.000 ristoranti in tutto il mondo.

La decisione, presa stranamente in ritardo rispetto ad altri leader del settore come Starbucks e altre aziende di ristorazione, è destinata a diminuire i tempi di attesa dei clienti e migliorare la precisione degli ordini oltre ad altri vantaggi come, ad esempio, quello illustrato dal CEO di McDonald Steve Easterbrooke secondo cui «i clienti potranno ordinare in anticipo il loro menu e il personale del punto vendita sarà avvisato del loro arrivo tramite la geolocalizzazione del dispositivo così, una volta entrati al fast food, non dovranno attendere per ritirare quanto ordinato».

McDonalds ha avviato un test dell’applicazione all’inizio del 2016 in 22 punti vendita ed i risultati positivi avrebbero convinto l’azienda ad estendere il servizio che darà agli utenti la possibilità non solo di visualizzare i menu disponibili ma anche pagare il conto direttamente da iPhone.

Gli esperti del settore ritengono che con il ritardo nello sviluppo dell’applicazione dedicata agli ordini e pagamenti l’azienda abbia comunque perso una grande opportunità nel panorama della ristorazione rispetto alla concorrenza perché, secondo il CEO di Columnino – società di consulenza sulla vendita al dettaglio – «non si tratta di una nuova tecnologia ma di qualcosa che dovrebbe essere considerato ormai uno standard».

Via | BusinessInsider

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.