Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

AppleiPadNotizie

L’iPad in classe favorisce il bullismo, un ministro inglese suggerisce la confisca

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Telegraph, ha riportato di un recente dibattito alla Camera dei Lord, durante il quale il ministro per la famiglia e i bambini, Timpson, ha sollevato la questione dell’utilizzo improprio nelle scuole degli iPad da parte dei giovani.

ispazioipad

Il ministro Timpson ha affermato che alcune scuole britanniche non esercitano il dovuto controllo sull’uso di iPad in classe. Secondo il politico, molti ragazzi passano troppo tempo ad utilizzare il dispositivo e troppo spesso per attività inappropriate. Secondo Timpson L’iPad alimenta il fenomeno del bullismo e le scuole non fanno abbastanza per contrastare queste attività.

Quando è usato in modo improprio l’iPad dovrebbe essere confiscato, il suggerimento è arrivato dal ministro è indirizzato ai docenti. Il dibattito potrebbe portare ad alcune misure da parte delle istituzioni, d’altronde nonostante in Gran Bretagna sia consentito e ben visto nelle scuole l’utilizzo dei tablet, il bullismo tra i giovani è un argomento molto, molto delicato.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua a leggere..

Back to top button
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.