Nuovi rumors sulla conferenza Verizon di domani

Come comunicato qualche giorno fa, domani Verizon terrà una conferenza in cui dovrebbe essere annunciato il nuovo iPhone 4 CDMA. A poche ore dall’evento, giungono nuove voci che confermano l’annuncio del nuovo iPhone, che verrà poi commercializzato per i primi giorni di Febbraio.

La data coincide anche con il periodo in cui Apple ha scelto di non concedere le ferie agli impiegati degli Apple Store.

AT&T, però, attacca il nuovo iPhone sostenendo che il device Apple è nato per essere veloce, cosa che non potrebbe essere con le reti CDMA. L’operatore infatti, afferma che le proprie reti GSM sono più veloci.

Contrariamente a quanto detto qualche giorno fa riguardo i piani tariffari dei nuovi utenti Verizon con iPhone, essi dovrebbero poter godere di un piano dati illimitato.

Per finire, sembra che la scorsa notte gli impiegati degli Apple Store Americani siano stati riuniti in un meeting per trattare il tema delle attivazioni dei nuovi iPhone di Verizon: sarà utilizzato un sistema di attivazione e verifica dei propri dispositivi differente da quello di AT&T ed occorrerà quindi istruire gli addetti degli Apple Store per attivare questi nuovi dispositivi.

La conferenza è fissata per le ore 11:00 di domani Martedì 11 Gennaio 2011 e da quel momento sapremo dirvi di più. Ricordiamo però che purtroppo noi Italiani non potremo in alcun modo godere di questo nuovo iPhone, dato che le reti CDMA ad alta velocità sono per ora presenti solamente negli Stati Uniti.

Via | MacStories

Come comunicato qualche giorno fa, domani Verizon terrà una conferenza in cui dovrebbe essere annunciato il nuovo iPhone 4 CDMA….

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: