Le vendite di iPad in calo da 12 trimestri consecutivi ma la responsabilità è di iPad Mini

Che le vendite di iPad siano in calo sembra un dato di fatto confermato da diversi anni ed Apple stessa mostra dati che indicano la diminuzione delle vendite per dodici trimestri consecutivi. La realtà però è leggermente diversa da come sembra.

I dati parlano di calo delle vendite, ma non raccontano tutta la storia nel dettaglio. Secondo i dati raccolti da Fiksu infatti sono le vendite di iPad Mini ad essere in calo mentre i dispositivi da 9,7″ e 12,9″ hanno avuto un numero di vendite stabile o hanno visto addirittura un incremento.

Negli ultimi quattro anni si sono susseguite diverse teorie che tentavano di motivare questo calo significativo di vendite, iPhone più grandi, software e hardware inferiori, cicli di aggiornamento più lunghi, mancanza di applicazioni professionali e altro ancora.

Invece il problema della famiglia iPad non è stato iPad ma iPad Mini.

Il declino di iPad Mini, se vogliamo, ha un senso e parte proprio da Apple che ha presentato iPhone col display più grande che ha ridotto la fascia di mercato in cui iPad Mini sarebbe dovuto esistere.

Poi è arrivato l’ultimo tablet definito “low-cost, iPad da 9,7, con un prezzo di partenza di soli 409 euro a rendere ancora più difficile l’esistenza del fratello più piccolo di cui, come abbiamo già avuto modo di dire, è stata eliminata la versione da 32 GB per lasciare solo quella da 128 GB, ultimi sussulti di un esistenza ormai segnata.

Eppure iPad Mini avrebbe le caratteristiche per affermarsi tra gli utenti che, a livello di dimensioni, considerano iPhone 7 Plus ancora troppo piccolo per certe applicazioni o determinati usi e iPad 9,7″ un tablet troppo grande perché possa essere utilizzato in famiglia, comprendendo anche i bambini.

Neil Cybart sostiene che Apple voglia continuare a puntare sull’idea che iPad finiranno per sostituire i computer portatili e a dimostrazione di questa tesi ci sono almeno 3 punti chiave:

  • Tim Cook ripete sempre che gli iPad siano la chiara espressione della visione Apple sul futuro dei computer portatili;
  • La nuova campagna pubblicitaria sugli iPad Pro eleva la famiglia dei tablet a discapito della linea Mac;
  • L’introduzione di una nuova politica di prezzi con iPad da 9,7″ destinato a raggiungere un mercato più ampio.

La linea Mac continuerà ad esistere, naturalmente, proprio come sosteneva Phil Schiller lo scorso anno secondo cui «il form factor raggiunto per i computer portatili sarà eterno con una linea che proseguirà anche per i prossimi 25 anni» nonostante il suo listino prezzi lo “relegherà” a diventare un prodotto per un mercato di nicchia.

Via | 9to5Mac

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
12211
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: