Ne avevamo parlato già diverse settimane fa, ma oggi finalmente arriva una buona notizia per tutti gli utenti. Il Senato ha infatti approvato in modo ufficiale la proposta del PD di mettere la parola fine all’invio di bollette ogni 28 giorni ad opera di “imprese telefoniche, televisive e di comunicazioni di elettronica”.

Consultando le varie proposte degli operatori era ormai normalità leggere “addebito ogni 28 giorni”. Una pratica adottata da tutti gli operatori operanti in Italia, che in questo modo fatturavano una mensilità in più ogni anno. Ad essere sfavorito era ovviamente il cliente, con un costo superiore a carico pari all’8.6%.

Finalmente oggi è stata approvata la proposta del PD, un cambiamento che obbliga gli operatori a ritornare alla fatturazione ogni 30 giorni. Per l’adeguamento sono previsti 120 giorni di tempo, e in caso di ritardo è previsto un indennizzo di 50€ per ogni cliente, a cui si aggiunge 1€ per ogni giorno successivo al 120°.

Via | Corriere