iPhoneNews

Gli iPhone superano i limiti di sicurezza di radiazioni e radiofrequenza?

Il tribunale di Chicago ha recentemente avviato un’indagine sui livelli di radiazione a radiofrequenza emessi da smartphone popolari e ha scoperto che alcuni iPhone stanno presumibilmente emettendo radiazioni a radiofrequenza che superano i limiti di sicurezza.

Secondo il giornale, il tribunale si è rivolto ad un laboratorio accreditato per testare diversi smartphone secondo le linee guida federali. Gli iPhone sono stati fissati sotto un liquido trasparente formulato per simulare il tessuto umano mentre le sonde hanno misurato la radiazione a radiofrequenza assorbita dal liquido.

radiazioni smartphone

Diversi iPhone hanno superato i limiti di sicurezza previsti dai test, ma il peggiore è stato l’iPhone 7. L’esposizione alle radiazioni in radiofrequenza è stata superiore al limite legale e più del doppio rispetto a quanto riportato da Apple ai regolatori federali.

L’iPhone X ha superato leggermente i limiti in alcuni test, così come l’iPhone 8, mentre l’8 Plus è rimasto all’interno della gamma legale. Gli iPhone sono stati testati due volte dopo che Apple ha fornito il feedback sul metodo di test. Il test modificato “ha aggiunto passaggi intesi per attivare i sensori progettati per ridurre la potenza dei telefoni“.

In questi test modificati, in cui un giornalista ha tenuto l’iPhone per attivare i sensori in questione, l’iPhone 8 era sotto il limite di 5 mm, ma i modelli di iPhone 7 no. Apple ha contestato i risultati del tribunale di Chicago e ha affermato che il laboratorio non ha testato gli iPhone allo stesso modo di Apple, anche se la società non ha specificato cosa è stato fatto di sbagliato nei test. Apple ha anche affermato che i test modificati sono stati eseguiti in modo errato.

radiazioni iPhone

I funzionari di Apple hanno rifiutato di essere intervistati e hanno chiesto al tribunale di Chicago di presentare domande per iscritto, alle quali non è stata data risposta prima della pubblicazione. Apple in seguito ha condiviso una dichiarazione che ha nuovamente dichiarato che il test non era accurato “a causa della configurazione del test non conforme alle procedure necessarie per valutare correttamente i modelli di iPhone“.

“Tutti i modelli di iPhone, incluso iPhone 7, sono completamente certificati da FCC e in tutti gli altri paesi in cui viene venduto iPhone”, afferma la nota. “Dopo un’attenta revisione e successiva convalida di tutti i modelli di iPhone testati nel rapporto, abbiamo confermato di essere conformi e di rispettare tutte le linee guida e i limiti di esposizione applicabili.”

La FCC, nel frattempo, ha dichiarato che nei prossimi mesi eseguirà i propri test.

“Prendiamo sul serio qualsiasi pretesa di non conformità agli standard di esposizione RF (radiofrequenza) e otterremo e testeremo i telefoni soggetti per la conformità con le norme FCC”, ha detto il portavoce dell’agenzia Neil Grace.

Sono stati testati anche gli smartphone Samsung, Motorola e Vivo, e la maggior parte di questi ha anche dimostrato livelli di radiazione a radiofrequenza che superano le linee guida FCC nei test del tribunale.

Entrambi i produttori di FCC e smartphone testano tutti i nuovi smartphone prima che possano essere immessi sul mercato, assicurandosi che i dispositivi siano conformi agli standard di esposizione alle radiazioni a radiofrequenza. Il tribunale di Chicago afferma che ciò è problematico perché deve passare solo un telefono e ai produttori è consentito selezionare il laboratorio di prova.

Mentre i test possono essere condotti fino a 25 mm di distanza, il tribunale ha utilizzato la distanza che i produttori scelgono per i propri test. Nel caso di Apple, sono 5 mm. Un secondo test è stato fatto anche a 2 mm per simulare il modo in cui la maggior parte delle persone porta i propri telefoni.

Vale la pena notare che i test sono stati eseguiti in modo da simulare le peggiori condizioni di esposizione possibili.

Il telefono funzionava a piena potenza, creando quello che era essenzialmente uno scenario peggiore in termini di esposizione alle radiazioni a radiofrequenza. In genere, ha affermato Moulton, i consumatori non sperimentano un’esposizione simile. Ma potrebbe accadere, ha detto, in situazioni limitate, come qualcuno che parla continuamente in un’area con una connessione debole.

Il tribunale di Chicago afferma che i suoi test non avevano lo scopo di classificare i modelli di telefono per sicurezza, e nei test limitati, sono stati esaminati solo 11 modelli. In molti casi, è stato testato solo un dispositivo e, anche in questo caso, il documento afferma che non è noto se i telefoni cellulari trovati al di sopra dei limiti abbiano persino il potenziale per causare danni.

Apple dice ai clienti preoccupati per l’esposizione alle radiazioni a radiofrequenza di utilizzare un’opzione vivavoce e su alcuni modelli di iPhone, come iPhone 4 e 4s, ha raccomandato di portare i dispositivi ad almeno 10 mm di distanza dal corpo per garantire che i livelli di esposizione rimangano sotto i livelli testati. Apple ha fatto un suggerimento simile con l’iPhone 7 quando ha presentato la documentazione alla FCC, ma presumibilmente non ha continuato a informare i clienti della raccomandazione sulla distanza di 5 mm.

La FCC prevede di effettuare ulteriori test sugli smartphone, che dovrebbero fornire maggiori informazioni sulla sicurezza degli smartphone.

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!