Curiosità

Facebook Messenger raccoglie una grossa quantità di dati degli utenti

Un nuovo rapporto evidenzia la grande quantità di dati degli utenti che Facebook Messenger raccoglie, mentre Google non ha ancora rivelato i tipi di dati che raccoglie.

Lo scorso mese, Apple ha ufficialmente lanciato le sue nuove etichette per la privacy delle app su App Store, richiedendo agli sviluppatori di fornire informazioni dettagliate sulla privacy su quali dati vengono raccolti dagli utenti.

Le etichette sulla privacy sono disponibili per tutte le app per iPhone, iPad, Mac, Apple TV e Apple Watch e includono tre sezioni che coprono i dati utilizzati per rintracciarci, i dati a noi collegati e i dati non collegati a noi, che sono resi anonimi.

I dati a noi collegati includono informazioni come nome, età, sesso e altro, che di solito vengono fornite durante la creazione di un account. I dati non collegati fanno riferimento a cose come dati diagnostici che non contengono informazioni personali.

Oggi, Forbes ha confrontato Signal, iMessage, WhatsApp e Facebook Messenger, per capire quali tipi e quanti dati vengono raccolti da queste app, e 9to5Mac ha pubblicato il risultato del confronto:

Come possiamo notare dall’immagine in alto, Messenger raccoglie una quantità assurda di dati degli utenti. iMessage, come prevedibile, si comporta meglio di WhatsApp, ma l’app che in assoluto raccoglie meno dati di tutti è Signal. L’unico dato personale che Signal memorizza è il nostro numero di telefono e non fa alcun tentativo di collegarlo alla nostra identità.

Discorso completamente differente per Google, poiché Fast Company ha notato che la società non ha aggiornato nessuna delle sue applicazioni iOS da quando i nuovi dettagli sulla privacy delle app sono diventati obbligatori.

L’ultima volta che un’app di Google per iOS è stata aggiornata è stato il 7 dicembre. Ciò include aggiornamenti alle principali app Google come Google Drive, YouTube, Google Docs, Google Sheets, YouTube Music, Google Duo, Google Authenticator e Gboard.

Perché il 7 dicembre è una data significativa? Perché a partire dall’8 dicembre, Apple ha imposto che qualsiasi nuova app o aggiornamento inviato all’App Store richiedesse allo sviluppatore di compilare le informazioni sull’etichetta della privacy per l’app. Questa etichetta sulla privacy rivelano esattamente quali dati l’app sta raccogliendo sull’utente e come vengono utilizzati.

Cosa ne pensate?

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!