Servizi Apple

Apple ristruttura il team dei servizi per concentrarsi di più su streaming e pubblicità

Apple non è esattamente una società di servizi poiché le sue entrate principali provengono ancora dall'hardware, ma gli abbonamenti sono diventati una parte vitale dell'azienda.

Il vicepresidente senior dei servizi di Apple, Eddy Cue, sta lavorando per ristrutturare i vari team dei servizi con l’obiettivo di concentrarsi maggiormente su streaming e pubblicità.

PUBBLICITÀ

Secondo quanto riportato da Business Insider, Cue vede lo streaming e la pubblicità come aree in cui vi sono opportunità di crescita dei ricavi e ha già iniziato ad aggiornare le responsabilità dei principali dirigenti dei vari team dei servizi. Peter Stern, vicepresidente dei servizi di Apple, non si occupa più della pubblicità, e ora ha più tempo per concentrarsi su video, notizie, libri, iCloud, Fitness+ e Apple One.

Todd Teresi, vicepresidente pubblicitario della società, assumerà invece maggiori responsabilità e da inizio anno riporta direttamente a Cue. Una delle fonti che ha parlato con Business Insider ha affermato che il business pubblicitario di Apple ora è “abbastanza grande da vivere da solo”.

La società ha recentemente acquisito i diritti di Friday Night Baseball dopo aver stabilito un accordo con la Major League Baseball e parte del suo sforzo per espandere i servizi di streaming includerà ulteriori accordi sportivi. Le voci indicano che il colosso di Cupertino sta lavorando per assicurarsi i diritti sul pacchetto Sunday Ticket della NFL e Business Insider afferma che vuole anche ottenere i diritti per le partite di NBA.

I contenuti sportivi attirerebbero nuovi spettatori su Apple TV+. Il servizio ha ancora una quantità limitata di contenuti originali rispetto ad altri servizi di streaming e non è in grado di attirare gli stessi numeri di abbonati di Hulu, Netflix e Disney+.

apple tv+

I ricavi dei servizi sono cresciuti costantemente nel corso degli ultimi anni e la categoria ora comprende TV+‌, ‌iCloud‌, Fitness+, News +, Apple Music, App Store , Apple Care+, Apple Arcade, Apple Pay , e altro ancora.

Nel secondo trimestre del 2022, i servizi hanno fruttato 19,8 miliardi di dollari, dai 17 miliardi di dollari del trimestre di un anno fa.

Oltre a concentrarsi sullo streaming e sulla pubblicità, Apple ha anche in programma di introdurre nuovi servizi. Alcuni rumors parlano di nuovo un servizio di abbonamento hardware e di una nuova funzione “Compra ora, paga dopo” legata a Apple Pay.

PUBBLICITÀ

PUBBLICITÀ
Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button