Gli smartphone potrebbero davvero danneggiare il mercato delle fotocamere compatte? | Riflessioni

07/02/2012

Col passare degli anni, gli smartphone hanno invaso molti settori oltre a quello della telefonia, tra cui quello dei videogiochi, e ora sembra che tocchi a quello della fotografia. Ma la legge la dettano davvero gli smartphone?

Secondo quanto riportato da  Jack, un forte calo di vendite, ha spinto Sony a contenere la gamma di fotocamere prevista per il 2012. Da qualche anno a questa parte, i nuovi e piccolissimi sensori ideati appositamente per gli smartphone, hanno reso difficile la vita delle macchine fotografiche compatte, più comunemente chiamate “digitali”.

Ogni qualvolta che si parla di una fotocamera, che sia di smartphone o di macchina fotografica, gli utenti meno esperti confrontano sempre i pixel, ma a volte si nota che fotocamere con meno pixel scattavano fotografie migliori.

A cosa servono realmente i pixel?

Ecco cosa scrive Wikipedia:

È importante sapere che il numero di megapixel non è un diretto indice di qualità delle macchine fotografiche; è vero che un numero più elevato di pixel permette, in linea teorica, un maggior potere risolutivo, ma questo è spesso limitato dal sistema ottico utilizzato per convogliare l’immagine sul sensore. Se il potere risolutivo del complesso di lenti è inferiore al potere risolutivo della matrice di pixel allora non si avrà alcun guadagno nell’aumentare in numero di pixel, anzi si avrà un peggioramento delle prestazioni del sistema a causa del maggiore rumore elettronico introdotto.

Quindi un maggior numero di pixel non è sempre sinonimo di maggior qualità, e si può avere anche una fotocamera da 20 megapixel, ma se i restanti componenti non sono “degni” il risultato della fotografia resterà mediocre. Uno dei componenti fondamentali per una buona immagine è il sensore.

Cos’è il sensore? 

Esso svolge una funzione importantissima, è infatti la componente elettronica che cattura le immagini e le converte in dati per essere immagazzinati nella memoria del dispositivo. Quindi maggiore sarà la qualità del sensore, maggiore sarà la qualità delle foto immagazzinate sulla memoria. Apple ha contato molto, con l’avvento dell’iPhone 4S, sull’ottica (obiettivo).

Che cos’è l’obiettivo?

L’obiettivo o ottica della fotocamere, ha la funzione di proiettare un’immagine della scena da fotografare sul piano focale dove si trova la pellicola (fotografia analogica) o il sensore (fotografia digitale). Quindi un altro componente fondamentale per ottenere immagini di qualità.

I fattori da considerare per l’acquisto di una macchinetta fotografica o per uno smartphone con una buona fotocamera sono molti, ma se da una parte con la fotocamera abbiamo una maggiore possibilità di personalizzazione di parametri, e funzioni, dall’altra abbiamo la possibilità di avere in un unico dispositivo il telefono, la fotocamera, e una “console” per videogiocare è una proposta allettante.

Personalmente sono dell’idea che se si vuole scattare foto di un certo livello, bisogna comprare una macchina fotografica. Mentre per chi vuole scattare di buona fattura, e vuole avere anche un ottimo dispositivo per quanto riguarda il gaming e la multimedialità, può orientarsi su uno smartphone di fascia alta come iPhone e Samsung Galaxy S2.

In questo modo si potrà avere un solo dispositivo che, non eccellendo nel comparto fotografico e non potendo essere paragonato qualitativamente ad una buona macchina fotografica, consente lo stesso di scattare foto di buona fattura ed in qualsiasi momento.

Considerazioni finali:

Per molti al giorno d’oggi la fotografia digitale è Reflex. Con una Reflex e un po’ di abilità possono essere scattate fotografie di ottima qualità (ovviamente la bellezza e la professionalità di queste foto sono proporzionali alla bravura del “fotografo” ma diciamo che una Reflex potrebbe essere già un buon punto di partenza).

Ma a questo punto sorgerebbe spontanea una domanda.. e le compatte? Ebbene, se il mercato delle Reflex è in rapida espansione (lo dimostra il fatto che produttori come Canon, Nikon eccetera stanno producendo reflex a prezzi sempre più accessibili), quello delle compatte sta andando verso un lento decadimento. Interessante è sapere che questo decadimento nasce dal sopravvento di un nuovo dispositivo, tascabile e comodo da portare sempre con noi, in grado di scattare foto: lo smartphone.

Gli ultimi smartphone hanno una fotocamera che ha la possibilità di scattare fotografie con definizione che sicuramente non si avvicina nemmeno lontanamente a quella di una reflex, ma se paragonate alle foto scattate con una compatta diciamo che iPhone, Samsung Galaxy ed altri loro “colleghi” possono essere paragonati a queste.

Le compatte offrono maggiori funzionalità ma velocemente gli smartphone le stanno seriamente raggiungendo portandole pian piano ad una totale estinzione.

Col passare degli anni, gli smartphone hanno invaso molti settori oltre a quello della telefonia, tra cui quello dei videogiochi,…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, seguici su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter e su Instagram, pronti a sorprenderti con belle foto. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:
Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.