Apple WatchVideo

Apple Watch e l’acqua: lo smartwatch di Cupertino è più resistente del previsto [Video]

Siamo ormai abituati a vedere i test più strani e improbabili sui dispositivi Apple, test che spesso non hanno nemmeno una certa valenza “scientifica”. Non è questo però il caso del blogger Ray Maker che sfida la resistenza di Apple Watch all’acqua.

PUBBLICITÀ

apple watch acqua

Sulla pagina dedicata ad Apple Watch sul sito ufficiale Apple leggiamo:

Apple Watch è resistente agli schizzi e all’acqua, ma non è impermeabile. Per esempio puoi indossarlo durante un allenamento, sotto la pioggia e quando ti lavi le mani, ma consigliamo di non immergerlo. Apple Watch ha una resistenza all’acqua di grado IPX7 secondo lo standard IEC 60529. I cinturini in pelle non sono resistenti all’acqua.

Maker ha probabilmente dimostrato nei suoi test che lo smartwatch di Cupertino è più resistente di quanto Apple stessa dichiari. Oltre ad essere un blogger, Maker si occupa anche di sport di resistenza e ha deciso così di unire le sue due passioni e di mettere alla prova la sopravvivenza di Apple Watch in acqua.

Il primo test consiste i una nuotata di 1.2 Km per 25 minuti in vasca, un test abbastanza duro se si pensa che non solo il dispositivo è immerso a diverse profondità, ma che è anche stressato dalla violenza delle bracciate.

Un altro test consisteva in un tuffo prima da 5 e poi da 10 metri, test a cui Apple Watch sembra aver reagito con una certa dignità.

PUBBLICITÀ

Dai test incentrati sull’uso pratico, Maker è poi passato a quelli scientifici usando una camera di compressione in grado di simulare differenti profondità. Come già detto, almeno ufficialmente, Apple Watch dovrebbe resistere a 1 metro di profondità per una trentina di minuti, il test ha dimostrato però, che è in grado di sopportare senza apparenti problemi anche una colonna d’acqua di 40 metri.

Via | MacRumors

PUBBLICITÀ
Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Back to top button