iOS 11 supporterà soltanto i 64bit. Le applicazioni a 32bit non si avvieranno nemmeno

Apple è intenzionata a migliorare sia l’AppStore che l’esperienza utente con le varie applicazioni in esso contenute.

Dopo aver rimosso migliaia di applicazioni obsolete che non venivano più aggiornate da tempo, ha inserito un indizio in iOS 10.3 che ci lascia capire quello che succederà con iOS 11.

Sul prossimo sistema operativo, di cui abbiamo raccolto tutte le novità fin ora conosciute in questo articolo, le applicazioni a 32bit e quelle che non si adattano alla risoluzione dello schermo dei dispositivi più recenti, risulteranno del tutto inutilizzabili.

Fino ad oggi, aprendo una vecchia applicazione compariva un messaggio del tipo: “Questa applicazione potrebbe rallentare il tuo dispositivo. Lo sviluppatore deve aggiornarlo per farlo funzionare in maniera ideale”.

Con iOS 10.3 invece, il popup mostra un testo diverso: ” La versione dell’app che stai utilizzando non sarà compatibile con le prossime versioni di iOS. Per migliorarne la compatibilità lo sviluppatore deve aggiornare l’app”.

È quindi molto chiaro che su iOS 11 queste applicazioni non verranno nemmeno avviate. Da lì a qualche mese dopo, è possibile che tali app vengano completamente rimosse dallo store.

Apple è intenzionata a migliorare sia l’AppStore che l’esperienza utente con le varie applicazioni in esso contenute. Dopo aver rimosso…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, seguici su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter e su Instagram, pronti a sorprenderti con belle foto. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:
Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.