Apple ha superato gli ultimi ostacoli per portare la lavorazione dello zaffiro negli USA

La Gilbert Public School Board ha votato per l’approvazione di una riduzione delle imposte nei confronti di Apple, rendendo quindi più semplice per la società poter aprire la sua prima fabbrica dedicata alla lavorazione dello zaffiro sul suolo Americano.

touchid-sensorconfig-20130910

Grazie a questo ultimo ostacolo burocratico abbattuto, Apple è quindi pronta ad acquistare i terreni ed a realizzare la fabbrica a Mesa in Arizona, all’interno della quale verrà lavorato lo zaffiro che verrà successivamente utilizzato nei vari prodotti. Tutto il processo non sarà però gestito direttamente da Apple, ma verrà concesso in leasing alla GT Advanced.

I primi indizi sulla volontà della società di aprire questo impianto in collaborazione con la GT Advanced sono spuntati in rete all’inizio di questo mese e non sappiamo ancora cosa abbia spinto Apple a realizzare un’opera del genere. Certo, lo zaffiro attualmente viene sfruttato per la produzione delle lenti della fotocamera di iPhone e per il funzionamento del Touch ID, ma una fabbrica di questo tipo fa pensare che la società potrebbe voler aumentare la presenza della pietra nei propri prodotti futuri.

Entrando invece nel dettaglio del taglio delle imposte, l’Arizona Commerce Authority ha offerto alla società 10 milioni di dollari e numerosi altri incentivi per fare in modo che venisse realizzato l’impianto di Mesa, il quale porterà ben 1’300 posti di lavoro solo per la sua realizzazione, mentre quando il centro sarà attivo verranno assunti ben 700 persone con un contratto a tempo pieno.

Via| TUAW

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: