Google Project Ara: la prima conferenza per lo sviluppo di uno smartphone modulare

Google conferma ufficialmente la prima Developer Conference sul tanto chiaccherato Project Ara. Stiamo parlando, ovviamente, del primo smartphone modulare che potrebbe divenire realtà nel prossimo futuro. Il prezzo sarà altamente competitivo, infatti si parla di un costo base di 50$.

projectara

Quando Google ha annunciato la vendita di Motorola Mobility a Lenovo, ha confermato che avrebbe mantenuto il tanto atteso Progetto Ara (o Project Ara) per svilupparlo ulteriormente grazie al suo team Android. Come ricorderete, il Project Ara è stato annunciato da Motorola nel mese di ottobre del 2013, quando quest’ultima era ancora una società di Google.

Oggi, Google ha rivelato che la prima Ara Developers Conference si svolgerà tra il 15 aprile e il 16 aprile a Mountain View, California. La conferenza si terrà on-line, e saremo in grado di vederla grazie ad una webstream dal vivo.

Google-Project-Ara-April

L’evento si concentrerà sul rilascio alpha del modulo Developers Ara Kit (MDK). Secondo Google, questo MDK dovrebbe essere rilasciato on-line nel mese di aprile come “una specifica piattaforma di riferimento che contiene tutto il necessario per sviluppare un modulo Ara“. Ma che cos’è Ara? Si tratta di un progetto che dovrebbe consentire agli utenti di rendere il proprio smartphone personalizzato utilizzando vari moduli.

Ogni modulo dovrebbe includere parti essenziali del dispositivo, come il suo display, fotocamera, memoria e così via. Lo slogan di Google per il progetto Ara è: “Progettato esclusivamente per 6 miliardi di persone“. Sicuramente è ancora troppo presto per prevedere il prodotto finale destinato agli utenti finali, ma in ogni caso, Google sta invitando gli sviluppatori che prenderanno parte al progetto. Non resta che attendere.

Via | PhoneArena

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: