Tutto quello che c’è da sapere su tariffe e telefonia all’estero

Ormai la così tanto ricercata vacanza è alle porte e proprio tutti cercano il loro momento di evasione dalla propria quotidianità. Oltre ai vari accorgimenti di natura organizzativa o anche sanitaria (se si viaggia in posti con condizioni particolari) è bene riuscire a mantenere i contatti anche con coloro che sono qui ad aspettare il nostro ritorno sia per condividere con loro la nostra esperienza sia per avere un’ancora d’emergenza nel caso di necessità. Questo oggigiorno può essere comodamente fatto attraverso smartphone, tablet e altri device. Necessitando però questi dispositivi di un collegamento ad internet, sarà meglio organizzare anche la propria bolletta telefonica così da non avere spiacevoli sorprese da rientro.

iphone-beach

SMS – il vintage che non tramonta mai

Quando ci troviamo all’estero, i nostri device si connettono alla rete internet non tramite il nostro operatore telefonico ufficiale ma bensì appoggiandosi sulla rete di un operatore locale generando così traffico in roaming il cui costo, che può essere anche di un certo livello, non è facilmente controllabile. Anche le chiamate in entrata possono essere cause di spiacevoli inconvenienti, mentre i cari, vecchi e intramontabili SMS posso tranquillamente essere ricevuti senza costi aggiuntivi e sono quindi da preferire agli altri mezzi su citati.

Whatsapp e instant messaging

Le app di instant messaging come Whatsapp e WeChat si connettono periodicamente alla rete dati in modo automatico per controllare l’arrivo di eventuali messaggi. Queste “piccole” connessioni, che nel nostro paese hanno un costo minimo, se in roaming dall’estero possono arrivare a far spendere anche 200€ in pochi giorni. Le soluzioni migliori sono quindi munirsi di un piano dati per l’estero oppure disattivare il pacchetto dati in roaming per poi connettersi da WiFi (albergo, ristorante ecc).

Svizzera non sempre neutrale

L’eurotariffa è una standardizzazione dei costi in roaming applicata agli stai europei. Questa prevede un pagamento per le chiamate, IVA inclusa, al massimo 23,18c/minuto senza scatto alla risposta, per ricevere 6,10c/minuto, per mandare un SMS 7,32c e 24,4c/MB per connettersi alla rete dati. Essendo però la tariffa legata solo ai paesi facenti parte dell’Unione Europea, paesi come Martinica, Guyana francese e l’isola di Réunion godono di questa agevolazione poiché referenti alla Francia ma paesi ben più vicini come la Svizzera non hanno i suddetti benefici.

Il vantaggio delle sim locali

I piani tariffari fuori Europa possono essere delle vere e proprie trappole mangiasoldi. A livello di voce possono variare da 1€/minuto fino a 6€/minuto per i paesi più esotici. Per la connessione dati le tariffe sono alquanto proibitive, variando da 1€/MB fino a quasi 30€/MB. Ecco perché, se si prevede di restare in un paese estero per un periodo prolungato e di chiamare i numeri di quel Paese (anche solo l’albergo), può convenire attivare una SIM locale. Sarà possibile stipulare un contratto ricaricabile con minuti di conversazione, SMS e dati a costo fisso. Per gli abbonamenti è invece necessario essere intestatari di un conto corrente o una carta di credito del paese ospite.

Se viaggiate in nave, attenti a non colare a picco

Se avete intenzione di viaggiare in nave sappiate che la ricezioni del vostro cellulare potrebbe essere molto debole già a pochi Km dalla costa. Per fortuna alcune navi sono equipaggiate di dispositivi e convenzioni con i principali operatori telefonici in quello che viene spesso chiamato roaming marittimo così da non dover rinunciare all’uso del proprio dispositivo. Le tariffe dipendono dagli accordi tra il proprio operatore e quello presente sulla nave, e variano tra 1,67€ e 3€ al minuto per le chiamate effettuate, 30c e 3€/ minuto per le chiamate ricevute, 26c e 90c per SMS.

Tariffe per l’estero

Ogni operatore prevede l’attivazione di alcune tariffe particolarmente vantaggiose per coloro che passano periodi di tempo limitato all’estero. Attenzione però ad attivare la promozione giusta! Ogni operatore divide il mondo in Zone, non necessariamente identiche a quelle geografiche: verificate prima sul sito dell’operatore quale sia quella in cui vi recherete. Tali tariffe hanno però tempi di attivazione variabili ed è quindi consigliabile rivolgersi al proprio operatore almeno una settimana prima.

Restate in contatto

Sopratutto per coloro che amano le esplorazioni e le remote un po’ più selvagge della Terra è bene ricordare che ci sono zone in cui è necessario usufruire di appositi dispositivi per garantirsi una copertura di rete. Alcuni operatori telefonici come Wind, Vodafone e Tim danno inoltre la possibilità di connettersi a delle rete satellitari per effettuare chiamate di emergenza, che però verranno tariffate a caro prezzo (anche 6€ al minuto).

Mappe e navigatori

Sempre considerando i costi e le difficoltà di navigazione internet dall’estero sarà bene disporre di mappe, navigatori, guide e quant’altro in modalità offline così da essere sicuri di non incappare in costi eccessivi.

Se vi interessa un modo pratico per trovare la tariffa più adatta alle vostre esigenze, potete sfruttare il motore di ricerca di Facile.it

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: