Apple Music raggiungerà 20 milioni di abbonati entro la fine del 2016

Secondo un noto analista musicale, Mark Mulligan, il servizio Apple Music raggiungerà gli 8 milioni di abbonati entro la fine dell’anno e arriverà ad avere 20 milioni di utenti abbonati entro la fine del 2016.

 

apple-music

Il servizio Apple Music sarebbe appena dietro a Spotify, attuale leader del mercato, ma è importante notare che il numero di abbonati a Spotify comprende anche gli utenti che hanno attivato il periodo trimestrale di prova ad 1 dollaro/mese quindi i numeri potrebbero risultare significativamente minori.

Sarà interessante conoscere quali saranno i numeri di Spotify quando cesserà il periodo di prova trimestrale ad 1 dollaro al mese e quale sarà il lavoro di Apple nello spingere gli utenti di iTunes verso Apple Music.

Tim Cook aveva rivelato ad ottobre che gli abbonati ad Apple Music, paganti, erano circa 6,5 milioni, un numero che Mulligan descrive come “stupefacente“. Anche riguardo gli abbonati di Apple però c’è l’incognita di chi ha sottoscritto volontariamente l’abbonamento e quanti si siano dimenticati di annullarlo al termine del periodo di prova.

Inoltre, tra gli abbonati ad Apple Music, potrebbero essere contati i dipendenti a cui l’azienda ha regalato l’abbonamento per 9 mesi.

Se gli 8 milioni di abbonati dovessero realmente essere confermati, Apple avrebbe acquisito in sei mesi lo stesso numero di utenti che Spotify ha raggiunto nei primi quattro anni di servizio. Il numero di utenti abbonati ad Apple Music potrebbe ancora crescere grazie al supporto a Sonos, annunciato nella settimana, anche se ancora in versione beta.

Via | 9to5Mac

Secondo un noto analista musicale, Mark Mulligan, il servizio Apple Music raggiungerà gli 8 milioni di abbonati entro la fine…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: