Durante l’evento speciale di ottobre che Apple ha tenuto a New York, in diverse occasioni è stato nominato il T2 Security Chip, lanciato con i MacBook Pro 2018 e ora integrato anche nei nuovi MacBook Air 13″ e Mac mini. Un nuovo documento dell’azienda di Cupertino spiega come agisce il processore per proteggere la privacy degli utenti.

Stando al documento, sui MacBook Air e Pro il processore include una funzione che si assicura che il microfono sia spento a coperchio chiuso. Il microfono viene quindi fisicamente disabilitato dal resto dell’hardware dei MacBook, ostacolando i tentativi di interazione di altri software.

Apple sottolinea che la stessa decisione non è stata presa per la FaceTime HD Camera, che viene già completamente occlusa quando viene chiuso il coperchio dei laptop.

Il colosso di Cupertino dichiara che la sicurezza del Touch ID e il chip T2 garantiscono un livello di protezione mai visto su un Mac.

E sui Mac con il Touch ID, gli utenti possono comodamente sbloccare i propri Mac con il proprio dito. Unendo il processore T2 ad una sistema che si assicura che il microfono sia disabilitato quando il coperchio è chiuso, si ottiene un livello di privacy e sicurezza mai visto prima su un Mac.

Volete acquistare il nuovo MacBook Air 13″ o il nuovo Mac mini? Consultate prima questo articolo con tutti i prezzi delle diverse varianti.