Connect with us

Hi, what are you looking for?

Concorrenza

Google sul riconoscimento vocale: ridotti del 30% gli errori di trascrizione

Il riconoscimento vocale è uno dei progetti più sostenuti da Google che ha raggiunto, negli ultimi anni, l’implementazione del sistema in numerosi campi con una sempre minore percentuale di errore.


A partire da “Gboard“, tastiera virtuale per Android e iOS o dalla stessa homepage di Google fino ad arrivare a prodotti tangibili come l’altoparlante intelligente “Home“, la sfida del colosso di Mountain View continua e si arricchisce di particolari sempre più inimmaginabili.

Come afferma Jeff Dean, Senior Fellow di Google, il riconoscimento vocale si basa sullo sviluppo delle “reti neurali“, sistemi capaci di apprendere grandi quantità di dati da parte degli utenti come ad esempio parole o frammenti di discorso ed utilizzarle per fare inferenze, proprio come accade nella mente di un bambino o di una persona durante l’apprendimento di una lingua.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Ad oggi, l’allenamento continuo delle reti neurali ha portato il sistema ad una riduzione del tasso di errore per parola di circa il 30%  rispetto al 2012, anno in cui vengono lanciate la prima volta con Android Jelly Bean.

Per quanto riguarda la concorrenza, Google che nel 2015 registrava un tasso di errore per parola dell’ 8%  si trova di fronte ad altri due giganti come Microsoft ed Apple che tuttora mantengono rispettivamente il 6,3% e il 2%. Non è possibile naturalmente effettuare un reale confronto fra i tre in quanto i dati derivano da studi mirati differenti con differenti obiettivi.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Potrebbero piacerti

News

Si prevede che Apple introdurrà diversi cambiamenti significativi nella gamma di iPhone entro la fine dell’anno con la serie iPhone 12. Tuttavia, prima di...

News

Vi avevamo precedentemente segnalato che i dipendenti Target aveva pubblicato l’immagine di un elenco di prodotti in cui viene mostrato un modello di “Airpods...

Operatori

La fusione tra Wind e Tre ha creato un grosso operatore che oggi lancia sul mercato il proprio virtuale chiamato Very Mobile. Per i...

News

La modalità oscura di WhatsApp per iOS è vicina, con la tanto attesa funzionalità disponibile per tutti gli utenti beta su TestFlight. Raccogliendo i...

Advertisement

Copyright © 2007-2020 - iSpazio di Fabiano Confuorto | Partita IVA: 06821291215