Apple potrebbe lanciare una nuova killer-app per iOS nel corso dell’anno

L’analista Katy Huberty ha rilasciato alcune indiscrezioni in una nota agli investitori, in seguito ad una riunione con alcuni esponenti dirigenziali di Apple. La società potrebbe lanciare un nuovo servizio basato su internet e conseguentemente una killer-app per iOS.

iradio__apple_prepara_il_suo_streaming_musicale_2599

Al WWDC previsto per i prossimi mesi, Apple potrebbe presentare un nuovo servizio mediante il quale la società potrebbe ricavare nuovi margini di profitto. Non si hanno certezze sull’argomento, ma con ogni probabilità si parla del servizio di streaming musicale in stile Pandora che Apple starebbe approntando ormai da mesi, secondo gli ultimi rumor.

Un team capitanato da Eddy Cue starebbe lavorando per migliorare i servizi già esistenti, come iCloud e Mappe, ma la società dovrebbe lanciare nuove iniziative nel corso dell’anno. iRadio è una possibilità, come potrebbe esserlo un nuovo rivoluzionario metodo di pagamento per i dispositivi mobile di Cupertino, alla stregua dell’NFC utilizzato dalla concorrenza.

I servizi potrebbero essere offerti a pagamento sia a sviluppatori che ad utenti, o potrebbero essere proposti sotto forma di abbonamenti freemium, mediante i quali le applicazioni potrebbero offrire certi brani o certi contenuti gratuitamente, con guadagni garantiti dai tradizionali banner pubblicitari.

Il nuovo servizio noto come iRadio, in base a quanto riportato dalle ultime notizie, potrebbe ritardare più del previsto, dal momento che Apple starebbe trovando difficoltà nel perfezionamento degli accordi sui prezzi con le major discografiche.

Via | AppleInsider

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: