Mozilla: renderemo inutile l’AppStore e tutti i suoi simili

Jay Sullivan, vicepresidente e sviluppatore di Firefox per smartphone, ha dichiarato in un’intervista che la loro versione Mobile del famosissimo browser renderà l’AppStore e il BlackBerry App World praticamente inutili. Secondo quanto detto, infatti, l’evoluzione del loro software implementerà alcune funzioni che tutt’ora sono presenti nelle versioni per PC e Mac, quali il rendering di pagine HTML e JavaScript abbastanza complesse.

Tutto questo, sempre secondo Sullivan, sarà oggetto di un improvviso aumento delle Web-App e l'”abbandono” del codice per un singolo sistema operativo . Ecco le sue parole:

Molti degli store attuali impongono linee guida rigidissime o incoerenti o ancora, la scarsa diffusione degli apparecchi per i quali sono pensati non vale il costo di produzione per la specifica piattaforma. Gli sviluppatori sono frustrati, costretti a comprare nuovi dispositivi per testare le applicazioni, superare test e le fasi d’approvazione per l’iPhone. Penso che sposteranno sul web.

La versione Mobile di Firefox è stata sviluppata per funzionare su qualsiasi piattaforma mobile attualmente in commercio ed è in fase beta per quanto riguarda i telefoni Maemo come l’N900. Possiamo ben intuire che, probabilmente, l’unico a non essere incluso sarà proprio l’iPhone per le rigide norme imposte da Apple che impediscono l’installazione di browser alternativi che potrebbero, in qualche modo, competere con il già presente Safari.

Via | MacityNet

Jay Sullivan, vicepresidente e sviluppatore di Firefox per smartphone, ha dichiarato in un’intervista che la loro versione Mobile del famosissimo…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: