Il sito Macworld ha pubblicato i risultati di alcuni benchmark riguardanti il nuovo iPhone XR. Il piccolo di casa Apple, disponibile per l’acquisto dallo scorso 26 ottobre, vanta lo stesso chip A12 Bionic presente su iPhone XS. I test hanno confermato che le prestazioni di entrambe i dispositivi sono pressoché identiche.

iPhone xr

L’iPhone XR, proprio come i suoi fratelli maggiori, a livello di performance è risultato superiore all’iPhone X, modello dell’anno scorso:

L’iPhone XR è perfettamente in linea con iPhone XS e iPhone XS Max, con un margine di errore di un paio di punti percentuali. Questo lo rende il 13% più veloce nelle prestazioni single-core e circa il 10% più veloce nelle prestazioni multi-core rispetto all’iPhone X.
Nel benchmark Compute basato su GPU – che utilizza l’API Metal – le prestazioni sono risultate più veloci del 40%.

In effetti, in uno dei benchmark – un test della GPU – l’iPhone XR si è piazzato davanti agli altri, probabilmente a causa del minor numero di pixel da “spingere”.

L’iPhone XR ha un punteggio migliore nel test GPU rispetto a XS o XS Max (risultato che contribuisce a migliorare il punteggio complessivo del dispositivo). Ciò è probabilmente dovuto alla minore risoluzione del display dell’iPhone XR. I test grafici vengono visualizzati sullo schermo e non a una risoluzione fissa o off-screen. La GPU di A12 Bionic offrirà frame rate più veloci su XR; questo perché deve “spingere” circa l’85 % in più di pixel sull’XS e il 125% in più su XS Max.

I giocatori e coloro che decideranno di passare ad iPhone XR da un iPhone 7 o da un modello più vecchio, saranno dunque particolarmente felici del cambiamento.

Se stai decidendo di passare da un iPhone 7 Plus a un iPhone XR, puoi aspettarti che i frame rate reali del gioco siano più veloci dal 50% in più fino al doppio, a seconda della complessità del gioco. Si tratta di è un bel cambiamento per coloro che sceglieranno di separarsi dai modelli di iPhone di due anni fa.

L’iPhone XR è anche il modello da scegliere se la durata della batteria è la vostra priorità.

In questo test, l’iPhone XR ha funzionato 19 minuti in più rispetto all’iPhone XS Max e più di un’ora in più rispetto all’iPhone XS. In uno scenario reale (ovvero non eseguendo benchmark senza sosta), questo probabilmente si tradurrà in circa 30-45 minuti in più rispetto allo schermo di iPhone XS Max e due ore in più rispetto all’iPhone XS, a seconda di come si utilizza il telefono.

Il confronto davvero interessante, tuttavia, è con l’iPhone 7 Plus.

Hanno quasi le stesse dimensioni delle batterie – la batteria dell’iPhone 7 Plus è 2900mAh – ed entrambi hanno schermi LCD con un’area totale simile. Il display dell’iPhone XR ha un’area totale di circa 90 centimetri quadrati, l’iPhone 7 Plus di circa 83 centimetri quadrati, circa il 7% più piccolo. Tuttavia, l’iPhone XR, con il suo display leggermente più grande e la stessa batteria, è durato circa un’ora e 45 minuti in più in questo test.

Si tratta di un notevole miglioramento del 45% circa della durata della batteria, con un display leggermente più grande e una capacità della batteria simile.

Ad ogni modo, nonostante i risultati è improbabile che i benchmark di iPhone XR rappresentino il fattore decisivo per molti acquirenti – che probabilmente lo sceglieranno più per la combo prezzo/design – ma è certamente positivo sapere che la pratica corrisponde alla teoria quando si tratta di prestazioni.