PUBBLICITÀ
App StoreApple

Apple assume un esperto di pubblicità da Facebook per migliorare la sua piattaforma

Apple ha creato le condizioni per imporsi anche nel campo della pubblicità e non intende lasciarsi scappare questa opportunità sperando in risultati migliori rispetto al 2010.

Anche se Apple sostiene che i propri prodotti e servizi siano privi di pubblicità, ci sono alcuni spazi pubblicitari all’interno dell’App Store e dell’applicazione Impostazioni su tutte le piattaforme. In App Store alcuni banner, come quello lanciato di recente, promuovono applicazioni, mentre in Impostazioni si promuove l’Apple Care+ piuttosto che iCloud.

Proprio nel periodo in cui i servizi continuano a crescere ed assicurano un fatturato sempre più alto all’azienda di Cupertino e mentre iOS 14.5 ha tagliato le gambe a facebook e qualsiasi altra app supportata da ricavi pubblicitari, Apple ha effettuato un altro grosso investimento per la propria piattaforma pubblicitaria assumendo Antonio Gracia Martinez, un esperto che precedentemente lavorava nel team pubblicitario di Facebook.

Come riportato da Business Insider, Martinez è stato assunto ad Aprile e secondo il suo curriculum pubblico aveva lavorato in Facebook come Product Manager della piattaforma pubblicitaria che oggi genera miliardi di dollari.

Prima di ricoprire questo ruolo, si occupava di pubblicità mirata, ovvero di tutta la tecnologia necessaria affinchè apparissero delle pubblicità affini agli interessi di ciascun utente.

Secondo il report, Martinez si occuperà sia della pubblicità in App Store che all’interno di Apple News.

Apple aveva già mostrato interessi nel settore pubblicitario proponendo una propria piattaforma chiamata iAd nel 2010. Il budget richiesto per avviare una campagna pubblicitaria su questa piattaforma era davvero esoso e pochissime aziende avevano aderito. La piattaforma non è mai decollata e nel 2016 l’azienda decise di chiuderla a favore delle Search Ads, il nuovo sistema pubblicitario integrato nell’App Store ed in Apple News.

Nei 16,9 miliardi di dollari generati dai servizi Apple nel secondo trimestre fiscale di quest’anno, ci sono anche i ricavi delle pubblicità. Di recente l’azienda ha incoraggiato gli sviluppatori a promuovere le proprie applicazioni nel nuovo spazio pubblicitario presente nel tab dedicato alla ricerca App Store.

Al contrario delle altre applicazioni, quando avviamo l’App Store non visualizzeremo alcun banner che ci permette di scegliere se visualizzare o meno dei banner basati sui nostri interessi. Se volete “rimediare”, potete impedire il tracciamento entrando in Impostazioni > Privacy > Pubblicità Apple e disattivando l’interruttore in corrispondenza di Annunci personalizzati.

Noi comunque ribadiamo che visualizzare annunci personalizzati è interessante perchè piuttosto che visualizzare inserzioni su fiammiferi o qualcosa che reputiamo davvero inutile, vedremo inserzioni pertinenti, che potrebbero fungere da spunto per qualcosa di utile. La pubblicità che non vende informazioni ad altre aziende di terze parti (come quella presente su iSpazio), è innocua e può solo dare benefici, diversamente da chi mente agli utenti per accaparrarsi il consenso per un tracciamento attivo come sta facendo Facebook su iOS 14.5.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button