I riproduttori portatili di musica possono danneggiare l’udito dei bambini, lo rivela un nuovo studio

20/06/2018

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Un nuovo studio medico suggerisce che i bambini che ascoltano musica da dispositivi portatili sono tre volte più soggetti a problemi all’udito rispetto a coloro che non lo fanno.

Gizmodo fa notare che lo studio è stato condotto su larga scala, su più di 3,000 bambini di età compresa tra i 9 e gli 11 anni.

In generale, il 14%, o 450 bambini, ha avuto problemi d’udito, sulla base dei test. Il 7% è risultato positivo per la perdita delle alte frequenze, una forma della perdita dell’udito spesso causata dell’esposizione al rumore, solitamente in un solo orecchio.

 

Guardando ai 2,000 bambini su cui hanno ottenuto dati sull’utilizzo di riproduttori musicali, i ricercatori hanno stimato che i bambini che hanno utilizzato questi dispositivi sono quasi tre volte più soggetti alla perdita dell’ascolto di alte frequenze rispetto a coloro che hanno abitudini diverse.

In Europa, le leggi richiedono che il volume massimo non superi gli 85 decibel. Negli Stati Uniti d’America, e non solo, Apple applica volontariamente un limite ai suoi dispositivi, anche se non viene specificato in termini di decibel.

Il volume massimo sui dispositivi iOS può essere modificato in Impostazioni → Musica. In questa sezione trovate la voce Limite Volume e, nei paesi dell’Unione Europea, l’opzione “Limita Volume UE” con relativo toggle per l’attivazione/disattivazione.

Un nuovo studio medico suggerisce che i bambini che ascoltano musica da dispositivi portatili sono tre volte più soggetti a…

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Se questo articolo ti è piaciuto, seguici su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter e su Instagram, pronti a sorprenderti con belle foto. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.